martedì, Luglio 23, 2024
Politica

Monnezza Stadium, amnesia mai così lunga di Bonito e dei suoi: dura da 10 giorni

Monnezza Stadium, amnesia mai così lunga di Bonito e dei suoi: dura da 10 giorni

“Parlare del futuro e non del passato”. Con queste parole il sindaco Bonito, il primo marzo scorso, durante il consiglio comunale ad hoc, aveva iniziato il suo discorso sulla costruzione del nuovo stadio comunale che inizialmente, con atto di giunta, aveva indirizzato verso la Gaesi srl di Erminio Arminio, condannato in primo grado per il traffico illecito di rifiuti tra la Campania e Cerignola.

Dopo che Marchiodoc.it aveva reso nota la posizione di Arminio, con cui il Comune aveva intrapreso le interlocuzioni anche in presenza, la trattativa si è dovuta interrompere. Almeno a parole. A dieci giorni dal consiglio comunale sul “Monnezza Stadium”, infatti, il primo cittadino ancora non rende noti i nomi delle società che si affiancheranno al Comune e agli altri due partner (Boldyn e Asm Global).

Il 19 febbraio scorso la delegazione comunale composta dal sindaco, dall’assessore al Bilancio Pietro Gianfriddo e dall’assessore ai Lavori Pubblici Michele Lasalvia hanno incontrato “i vertici operativi dell’istituto del Credito Sportivo e Luigi Aiudi, delegato dell’ASM Global e Boldyn per lo sviluppo del progetto”.

L’incontro “trilaterale” ha portato a un nulla di fatto. Il Credito Sportivo, oltre a fornire tecnici, ha dato l’assenso a fornire prestiti su base ventennale. Ossia, nulla di nuovo rispetto al proprio ruolo. Il Credito Sportivo, però, ha messo il sindaco di fronte a un Piano B, valutando evidentemente improprio lo stadio da 15mila posti per una squadra che solo ieri ha fatto contare 1700 accessi.

Il Piano B prevede un progetto “che escludesse la ASM Global e che coinvolgesse la società che per conto di ASM realizza gli stadi. Non mi chiedete il nome che non lo ricordo”, ha detto il sindaco il primo marzo in seduta di consiglio. L’amnesia continua da dieci giorni.

“Il rapporto diretto con la società costruttrice ci consentirebbe di risparmiare sul piano economico da 35 milioni a un investimento di stadio di proprietà e gestione comunale di 12 milioni. Ovviamente si tratterebbe di uno stadio da 6000/7000 posti”. Si tratterebbe di un piano assolutamente inutile, giacché, durante i playoff della passata stagione calcistica, si era già appurato, tramite la Lega Calcio, che il Monterisi avrebbe potuto offrire ospitalità all’Audace anche in Serie B, con opportuni ritocchi, di certo non plurimilionari.

Il Piano B proposto dal Credito Sportivo non piace all’Amministrazione, che punta ancora su quanto scritto nero su bianco il 14 novembre da Erminio Arminio. “In tempi brevi – ha sostenuto il sindaco- sarà costituito l’insieme delle società consorziate che deve trattare con la parte pubblica. Per ora questa parte privata è costituita da due società internazionali e ad esse si unirà un soggetto territoriale che assumerà un ruolo di general contractor e un ulteriore soggetto che avrà la certificazione di un importante istituto di credito italiano. Società al di sopra di ogni sospetto che dovrà affrontare un investimento da 50 milioni di euro”.   

Quindi, in definitiva: il piano B proposto dal Credito Sportivo è inutile e quindi accantonato. Si passa dunque all’analisi del progetto Gaesi-senza-Gaesi. Delle due società che affiancheranno Boldyn e ASM Global nessuna traccia. Così come Gaesi-Arminio, come si trattasse di una spesa al mercato, verrà sostituito (ma non la parte progettuale che aveva proposto con la propria ditta). Il Comune, contattato nella giornata di venerdì, non ha saputo dare informazioni esaustive. Ancora una volta.

mc



6 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Residence Il Monterisi
4 mesi fa

Devono rifarlo lo stadio perché lì dove oggi sorge il Monterisi si sono già venduti il terreno .
Devono spostare lo stadio perché li dovranno sorgere i nuovi appartamenti
Aprite gli occhi che le mazzette so assè

Per il sociale
4 mesi fa

Comunque volevo informare che sono dieci giorni che non si vedono gli amministratori sul comune
Stanno tott cialon

contraddittorio
4 mesi fa
Reply to  Per il sociale

questa è una teoria contraddittoria di qualche oppositore di minoranza: prima si dice che lo stadio non si farà mai poi si dice che tutta l’operazione nasce per una speculazione edilizia. ma scusa se non fai il nuovo stadio come fai a fare la speculazione sul vecchio?

Solo chiacchiere dite
4 mesi fa

Difatti la “maggioranza “ sta cercando di fronteggiare la questione stadio perché la speculazione è già stata fatta ma poi sono subentrati i problemi !
Lo stadio se lo sono venduti
Mo devono vedere come devono fare ma tanto le mazzette non le ridanno indietro le hanno già spese

Cum stm guaijt!!! Togliete l'immondizia!!!!
4 mesi fa

Sindaco parla con Salvini di questo stadio ,il ponte sullo stretto lo rimanda

A cazzo duro
4 mesi fa

Così avremo lo stadio più grande del mondo

6
0
Commenta questo articolox