domenica, Luglio 21, 2024
Cronaca

Finisce l’era Tekra: Teknoservice si occuperà della raccolta rifiuti a Cerignola (e nei Reali Siti)

Finisce l'era Tekra: Teknoservice si occuperà della raccolta rifiuti a Cerignola (e nei Reali Siti)
marchiodoc_mastelli-tekra-differenziata2

Trasformazione dell’umido in compost direttamente nelle zone agricole e raccolta differenziata anche nelle campagne dell’agro di Cerignola e dei Cinque Reali Siti (Carapelle, Ordona, Orta Nova, Stornara e Stornarella).

Sono alcuni dei servizi innovativi contenuti nella proposta della Teknoservice srl a cui è stato aggiudicato, provvisoriamente, l’appalto per la raccolta e il trasporto dei rifiuti nel territorio dell’Ambito di Raccolta Ottimale Fg4. Il corrispettivo per gli 8 anni di durata del servizio ammonta a poco più di 107milioni di euro, a fronte dell’importo a base d’asta di 108.288.189,37 euro (il ribasso è stato dell’1,1%).

A partire dal 6 febbraio, data di aggiudicazione dell’appalto, sono scattati i 35 giorni utili alla verifica del possesso dei requisiti di legge da parte della società; dopo di che si potrà procedere all’aggiudicazione definitiva.

Tutti gli operatori attualmente in servizio saranno impiegati dalla nuova società che rafforzerà il sistema di raccolta differenziata – carta, plastica, vetro e umido – estendendola anche agli agglomerati rurali, dove saranno installati mini impianti di compostaggio per la trasformazione diretta della frazione umida in concime.

“Sono molto soddisfatto del modo in cui la gara è stata condotta e dell’esito delle procedure – commenta il sindaco di Cerignola Francesco Bonito anche nella sua veste di presidente dell’Aro Fg4 – Avremo, finalmente, un servizio all’altezza delle necessità tanto delle città che dell’agro, potremo migliorare le performance relative alla differenziazione e contrastare meglio gli abbandoni e le altre forme di abusivismo.

Nella stesura del capitolato, ci è stato di molto aiuto lo studio del sistema di raccolta realizzato a Ravenna, che ha caratteristiche molto simili alle nostre, soprattutto rispetto alle modalità di inclusione delle campagne nel meccanismo di raccolta differenziata e di prevenzione degli abbandoni.

Altro elemento positivo da sottolineare – conclude il sindaco Bonito – è la concordia operativa tra noi sindaci, che ringrazio per la fiducia e il sostegno, senza la quale gestire organismi complessi come l’Aro sarebbe davvero difficile se non impossibile”.



4 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
La metà della popolazione non fa la differenziata
5 mesi fa

Speriamo ad un ambiente pulito di questa Città, ci sono ancora zone di alto impatto d’inquinamento di rifiuti che Torricelli e S.samuele da più di 2 anni che in queste zone non fanno la differenziata, chi paga??? La gente onesta, alle autorità servono solo i voti dai cittadini

Repono
5 mesi fa

se nessuno si fa rispettare in comune…..

Avviso
5 mesi fa

Bisogna chiarire subito i rapporti di forza tra la pubblica amministrazione e la concessionaria dei rifiuti altrimenti si ripeterà nuovamente il copione tekra

La politica deve fare la politica, i dirigenti devono fare i dirigenti e i privati devono fare i privati

Sembra scontato ma spesso non lo è

Un democristiano
5 mesi fa

Bisogna soltanto essere costruttivi e di certo non e’ per colpa dell’amministrazione comunale se la differenziata non viene fatta dai cittadini. Inoltre questa opposizione di cani arrabbiati soltanto pronti ad attaccare tutto e tutti non fa altro che inasprire gli animi. Non vedo un commento costruttivo da parte dell’opposizione ma solo ingiurie e guerre personali da parte di una persona di Fratelli D’ Italia. Voi questa la chiamate politica? Secondo voi così riusciremo ad indirizzare tutti verso un futuro migliore? Se i primi non sono loro ad abbassare i toni come pretendiamo il resto? Stanno incattivendo tutto e tutti e… Leggi il resto »

4
0
Commenta questo articolox