mercoledì, Giugno 19, 2024
Cronaca

“Ha estratto l’arma, poi è scappato in bici”: rapina in tabaccheria, la testimonianza


“Il rapinatore è entrato correndo, dirigendosi subito al lato posteriore del bancone. Vestito di nero e alto, il suo volto era travisato da una sciarpa”, ha testimoniato un testimone oculare durante la rapina avvenuta ieri presso la tabaccheria in via Puglie.

“Appena ha estratto l’arma, sono uscita. Il locale all’interno era affollato, anche con presenza di bambine. Nonostante i miei tentativi di chiamare il 113, il telefono risultava sempre occupato e ho continuato per diversi minuti. Finché l’uomo è riuscito a fuggire in sella alla sua bicicletta elettrica, dirigendosi verso via Fratelli Rosselli”.

Questo episodio solleva interrogativi sul numero di pattuglie in servizio nella nostra città. Le forze dell’ordine da tempo chiedono un potenziamento del personale nella sezione di Cerignola, considerata una località sempre più presa di mira.

Anche perché, da oltre 2 mesi che non c’è ancora un commissario, dopo il pensionamento di Colasuonno, nel silenzio delle istituzioni.

Anche Teresa Cicolella, assessora alla sicurezza, ha espresso il suo dispiacere riguardo all’accaduto.

“Mi impegno a scrivere al prefetto, manifestando la nostra preoccupazione e richiedendo un intervento mirato per garantire la sicurezza della comunità. Dobbiamo collaborare per creare un ambiente più sicuro e proteggere i cittadini da atti criminali simili.”

Giuseppe Bellapianta



5 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
facc e cul tutt goun
4 mesi fa

famm ste citt ca sino’ accummenz a gastme’ !!
Mo’ sarrcord!!!

10 cent a like
4 mesi fa

lo schiavetto è al lavoro.

Commentatore
4 mesi fa

Cerignola allo sbando ……. a quando una rivolta popolare da parte di tutta la gente onesta e per bene che lavora in santa pace ?

Dimostrate, che anche a Cerignola l vigili urbani
4 mesi fa

Credo che in tutta Italia non solo a Cerignola, la criminalità sta aumentando di dismisura ma non perché manca il lavoro, sono le tonnellate di droga che gira in tutta Italia, per facili guadagni, in primis è Milano intere famiglie criminali calabresi , poi la capitale Roma, e via via quelle del sud Italia, criminalità agguerrita per dividersi i territori di droga e riciclaggio, quindi Cerignola e paesi limitrofi, sono il fiore all’occhiello di una forte delinquenza, che trova terreno fertile, si può dire anche, che hanno un grande aiuto, da una politica e istituzioni assente, mediocre, e fatiscente, chi… Leggi il resto »

Matteo
4 mesi fa

Ma cosa c’entra il pensionamento della Colasuonno?Ci sono sempre state questi episodi e sempre ci saranno!!Abbiate rispetto per quei pochi uomini che giornalmente si sbattono nel nostro paese! Tutto questo è causato principalmente da questi quattro politici da strapazzo che hanno fatto sì che con il loro modus operandi si sia arrivati a tutto questo!Sono solo buoni a aizzare gente e sputare veleno su tutto e tutti!E quando parlo di politici non escludo nessuno che siano di SX o di DX.Il vero cancro della nostra città è la nostra classe politica fatta di incompetenti.

5
0
Commenta questo articolox