Cerignola cimitero delle auto, Polizia Locale recupera (fino ad ora) 300 mezzi rubati dall’inizio dell’anno

Cerignola cimitero delle auto, Polizia Locale recupera (fino ad ora) 300 mezzi rubati dall’inizio dell’anno

Una vera e propria piaga diffusa soprattutto nelle campagne di Cerignola, che diventano “culla” perfetta per ospitare carcasse di auto rubate e provenienti da ogni parte di Italia, in particolare provincia di Bari, BAT e nord Italia, dalle Marche in su.

Aiutati dalle grandi dimensioni dell’agro cerignolano, il primo per estensione nel Mezzogiorno, i malviventi sono soliti abbandonare gli scheletri delle automobili smembrate proprio nelle campagne, spessissimo sui terreni di incolpevoli proprietari. I ritrovamenti effettuati dalla Polizia Locale di Cerignola, guidata dal vicecomandante Michele Dalessandro, tracciano un quadro a tinte forti di un fenomeno incontrollabile.

Ad oggi, dall’inizio dell’anno, le automobili provento di furto recuperate dagli agenti sono state circa 300: di queste, circa un centinaio sono totalmente irriconoscibili poiché dalle alle fiamme o totalmente smembrate senza poter avere modo di rintracciarne lo proprietà. Le altre duecento sono state o riconsegnate ai legittimi proprietari (laddove possibile) oppure sono state poste sotto sequestro probatorio.

Seppur continuo il lavoro della Polizia Locale nel ritrovamento delle vetture rubate, i numeri ufficiali testimoniano un commercio illegale dalle dimensioni spaventose, visto che al momento la media è di quasi un veicolo al giorno ritrovato (quindi rubato). Oltre l’80% dei ritrovamenti si riferisce ad automobili provenienti da città limitrofe o dal Nord Italia.

Nelle campagne quelle auto ci finiscono dopo essere state smembrate affinchè i pezzi siano messi sul mercato nero o utilizzati per riparare vetture “gemelle”.  


0 0 votes
Article Rating

4 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
IL CITTADINO
27 giorni fa

CORNUTI FINO ALLA 12° GENERAZIONE

Giorgetto Tufello
26 giorni fa

Se l’agro di Cerignola è molto vasto e difficile da controllare la soluzione è quella di rendere la città orizzontale quindi più estesa e sostituire i palazzoni brutti e taluni anche fatiscenti con distese di abitazioni tutte a un livello.
Sarà pure un’utopia ma nulla è irrealizzabile.
L’alternativa è quella di militarizzazione la città con uomini mezzi e droni, ma questa purtroppo è fantascienza .
Allora non ci resta che piangere e sperare che non ci rubano l’auto pure a noi.

fin che la barca va
26 giorni fa

Quelli le rubano fuori Cerignola, le smantellano e poi le vanno a buttare nelle campagne, cosa centrano i palazzoni, il territorio vasto, sono sempre quelli i personaggi (come fanno con il rame che poi alla fine c’è sempre qualcuno che se lo compra) se non li fermano non finirà mai

Jurassik park
24 giorni fa

È così da sempre,siamo solo capaci di eccellere in ogni ambito,nel bene e nel male,dalla bella di Cerignola ai furti d’auto,giusto per citare qualche esempio.Negli anni 70, quando circolavano 127e 128 ti fregavano il mangianastri,la batteria o le gomme,poi dall’ artigianato si evolve verso le attività industriali e ci si espande,nel bene e nel male.Questa e’ da sempre la nostra peculiarità riconosciuta,peccato solo che il bene non fa lo stesso “rumore” che fa il male e questo ci fa essere,spesso a torto,sulla bocca di tutti.Confidiamo nel quarto millennio…

4
0
Commenta questo articolox