La stazione di Bari cambia volto

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha partecipato questa mattina, in via Capruzzi a Bari, all’inaugurazione del nuovo fronte della Stazione Centrale. Erano presenti alla cerimonia anche il ministro delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, il sindaco di Bari, Antonio Decaro e, a fare gli onori di casa, l’amministratrice delegata di Rete Ferroviaria Italiana, Vera Fiorani, insieme all’amministratore delegato di Grandi Stazioni Rail, Silvio Gizzi.


“Intorno a questo progetto abbiamo dedicato tante energie – ha detto il presidente Emiliano – che ha preso il via quando ero sindaco di Bari. Fino a 17 anni fa esisteva solo un accordo tecnico sul nodo ferroviario, che risolveva alcune questioni nell’interesse generale dell’azienda, ma non coinvolgeva fino in fondo il ridisegno della città di Bari. Non c’era quella capacità, che man mano è maturata nel tempo grazie ad una evoluzione di mentalità, di realizzare il sistema del trasporto assieme alla vita delle città e delle persone. Ci sono varie modalità con le quali ci si sposta da un punto all’altro, alcune sono diseconomiche, pericolose per l’ambiente, e ce ne sono altre che invece noi abbiamo scelto e preferito nella prospettiva di una città più vivibile. Questo era un posto invivibile. E questa della Stazione è stata una operazione importantissima. Questo è un luogo su misura anche per gli studenti che in attesa del treno troveranno non solo servizi a loro dedicati, ma la possibilità di attendere più gradevolmente. Abbiamo costruito tutto questo anche pensando a come superare la divisione che la ferrovia aveva creato. C’è stato un grande concorso di architettura, forse uno dei più importanti degli ultimi anni in Italia, che è stato aggiudicato all’architetto Fuksas e al suo gruppo di progettazione, un progetto al quale il Comune e la Regione credono e sul quale intendiamo investire con grande determinazione. Siamo convinti di trovare nel Governo analoga determinazione.

La Puglia sta facendo passi da gigante in tutti i settori principali. Durante questi ultimi anni abbiamo gettato le fondamenta per costruire il collegamento ad Alta capacità tra Bari e Napoli, abbiamo investito moltissimo per collegare i nostri aeroporti alle stazioni – quella di Bari è già collegata, quella di Brindisi lo sarà a breve – abbiamo però ancora molti problemi su cui lavorare: tra Bari e Lecce non esiste una arteria autostradale. Stiamo cercando di mettere ordine assieme al Governo sul groviglio delle cosiddette ferrovie concesse, che sono interoperabili con quelle nazionali”.

Emiliano ha dedicato anche un pensiero all’incidente ferroviario sulla tratta Andria-Corato, a pochi giorni dall’anniversario del disastro: “ancora una volta – ha detto – voglio ribadire a tutti coloro che hanno provato un dolore immenso l’impegno di tutti noi per accelerare al massimo tutti i lavori in corso per la messa in sicurezza di tutta la rete delle ferrovie concesse”.

“La nuova ed incantevole immagine della stazione di Bari rappresenta il più bel biglietto da visita del sistema trasporti pugliese in continua evoluzione”.

Soddisfazione per l’apertura del secondo ingresso da via Capruzzi con l’inaugurazione della palazzina acciaio-vetro e del sottopasso rosso completamente ristrutturato, è stata espressa anche dall’assessore regionale ai trasporti e alla Mobilità della Regione Puglia Anita Maurodinoia, nei confronti di Grandi Stazioni (Gruppo FS Italiane) soggetti attuatori dell’opera che tra l’altro prevede entro il 2024 un nuovo terminal di bus provvisto di 18 stalli che di fatto libererà e renderà più sicura via Capruzzi.

L’assessore Maurodinoia, a distanza di pochi giorni dalla sua recente visita alla stazione di Bari per la presentazione del nuovo treno Pop, più confortevole ed ecologico, da alcuni giorni in circolazione sui binari pugliesi, si è soffermata sulla bontà del piano inaugurato stamattina alla presenza del Ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini e del presidente Michele Emiliano.

“In qualità di ex consigliere comunale di Bari – ha dichiarato l’assessore Maurodinoia – da tempo seguo il progetto ed il suo evolversi che si pone l’obiettivo di rendere ancora più funzionale la stazione del capoluogo pugliese, dal momento che, grazie al suo sistema integrato, permette di collegare tutte le stazioni dei gestori delle linee ferroviarie. Insomma con l’inaugurazione dell’ingresso da via Capruzzi, continuiamo con convinzione il nostro percorso per una mobilità sostenibile e soprattutto per il potenziamento del trasporto pubblico locale al fine di garantire standard dignitosi non solo in questo periodo per i turisti, ma anche per chi utilizza i mezzi pubblici tutto l’anno come i pendolari e gli studenti”.

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x