Più controlli e 100 occhi su Cerignola: le misure dopo l’agguato a Torricelli

Più controlli e 100 occhi su Cerignola: le misure dopo l'agguato a Torricelli

L’agguato al Quartiere Torricelli, dove è stato ferito un uomo già noto alle forze dell’ordine, ha calamitato l’attenzione della Prefettura di Foggia su Cerignola che ha organizzato il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica alla presenza dei commissari prefettizi e del questore Sirna, con i colonnelli i colonnelli Lorenzon e Di Cagno dei Carabinieri e della Guardia di Finanza e il direttore Iannucci della Direzione Investigativa Antimafia (DIA).

“È stato disposto il prosieguo e l’intensificazione dell’attività già pianificata dalla Questura di Foggia con il programma Alto Impatto che vede il coinvolgimento del Comando della Polizia Municipale di Cerignola e della Compagnia dei Carabinieri e della Guardia di Finanza. L’intervento di controllo del territorio, di aree di concentrazione e verifiche mirate da parte dei Carabinieri sarà attuato anche con l’intervento straordinario dello Squadrone Cacciatori di Puglia e della Compagnia di Intervento Operativo di Vibo Valentia. Ovviamente continuerà da parte del Comune il sostegno al contrasto alla dispersione scolastica ed alla povertà educativa dei minori, nonché il monitoraggio sociale per l’emergenza economica”, spiega il prefetto Cardellicchio.

Inoltre vi è stata la “Consegna al Prefetto di Foggia del progetto “100 occhi nella città di Cerignola” di videosorveglianza in parte già attiva nelle principali arterie stradali cittadine. È infatti già in funzione la nuova struttura che prevede l’impiego di 27 telecamere ammodernate ed implementate nel software e nell’hardware più 8 apparecchiature di videosorveglianza di nuova generazione nonché altre 15 in corso di installazione. Infine sono in arrivo altre 20 telecamere “intelligenti” frutto dell’ultimo progetto già approvato e finanziato”.

“È stata poi illustrata l’attività della Polizia Municipale in materia di edilizia ed ambiente a sostegno specie dell’attività di raccolta dei rifiuti differenziata, di eliminazione dei cassonetti e presidio delle aree di rilascio di rifiuti. A tale attività verrà affiancata quella del controllo ordinario in materia di edilizia ed aggiunta quella ispettiva dell’Ufficio Urbanistica di verifiche “a sorteggio” sulle attività edili ed urbanistiche”.

“Infine è stato presentato l’evento dell’8 marzo prossimo “Giornata dedicata alle donne” che vedrà la consegna al Centro Anti violenza “Titina Cioffi” di un bene sequestrato e confiscato alla mafia del clan Piarulli-Ferraro”, conclude Cardellicchio.

0 0 votes
Article Rating
1 Comment
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Acchiappafantasmi
4 mesi fa

Va bene tutto ma le cazzate non le sopporto! Sui cassonetti di Viale Divittorio posti di fronte alla scuola Marconi ogni santo giorno decine e decine di pezzi di mmmmm invece di fare la differenziata nelle loro abitazioni vengono da altre zone di Cerignola buttare i rifiuti in quei cassonetti ed i vigili lo sanno!!!! Quindi non diciamo cavolate per cortesia!!! Vanno in giro, consumano gasolio e poi….come sempre… Un’altra esempio? Anche nel periodo del coprifuoco ed anche oggi decine e decine di ragazzi e ragazze davanti alle finestre del comando bevono birra e si assembrano RIGOROSAMENTE SENZA MASCHERINA come… Leggi il resto »

error: Marchiodoc.it ®
1
0
Commenta questo articolox
()
x