Un nuovo scandalo rifiuti a Cerignola e nei Reali Siti

marchiodoc_scandalo rifiuti1

Il 30 gennaio l’ennesima scoperta di una discarica abusiva, questa volta in contrada Fave Cotte, a ridosso dell’interporto di Cerignola: oltre a scocche di auto, anche balle di rifiuti già compattati e con ogni probabilità provenienti dalla Campania. Un deja vu per il Basso Tavoliere, epicentro del tombamento dei rifiuti nella Provincia di Foggia e vero e proprio immondezzaio a cielo aperto. Cerignola, Stornara, Stornarella, Ordona, Carapelle, Orta Nova sono i centri impiegati come discarica abusiva dove l’immondizia viene accatastata nelle campagne o, peggio ancora, viene sepolta nel sottosuolo.

Non c’è soltanto l’ultimo ritrovamento: a Stornara, sul finire dell’anno, i carabinieri hanno bloccato un tir che trasportava rifiuti già stoccati ma dalla dubbia provenienza; nell’estate del 2020, ad agosto, ancora rifiuti compattati sono stati ritrovati nell’agro di Borgo Moschella. Anche in quel caso la provenienza sembra imboccare la strada della Campania.

Infatti, analizzando i rifiuti, alcune etichette hanno chiaramente dato un nome e un’origine a quel traffico illecito. Un anno fa, sempre tra Stornara e Stornarella, ancora “balle” di rifiuti depositate nelle campagne ed ancora una volta si è trattato di rifiuti già compattati. Ossia, nella fase di pre-trattamento, ma che invece di finire negli appositi impianti vengono sversati nelle campagne della provincia di Foggia. Da una parte generano problemi ambientali di non poco conto, dall’altra ingrossano i portafogli di imprenditori senza scrupoli che guadagnano dallo smaltimento illecito sottraendosi ai costi di gestione dei rifiuti.

La facilità di movimento nel territorio di Cerignola e dei Reali Siti è un punto di forza per chi si occupa di smaltimento illegale dell’immondizia: la vastità dell’agro e la totale mancanza di controllo permettono un ricco anonimato per chi inquina e guadagna inquinando.

L’ultima inchiesta, Black Land, ha mappato i siti inquinati di Cerignola e dei Reali Siti. L’impressione è che ci si trovi nuovamente di fronte ad una nuova organizzazione che, dalla Campania, ramifica i suoi interessi fino alla Capitanata, in particolar modo tra Cerignola e i Cinque Reali Siti.

0 0 votes
Article Rating
1 Comment
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
CLAUDIO
6 mesi fa

CONTROLLATE IL VIA VAI DI CAMION CARICHI DI RIFIUTI PUZZOLENTI CHE TI FANNO VOMITARE SULLA STRADA CERIGNOLA CANDELA, DA E PER LA CAMPANIA.

error: Marchiodoc.it ®
1
0
Commenta questo articolox
()
x