Un nuovo scandalo rifiuti a Cerignola e nei Reali Siti

marchiodoc_scandalo rifiuti1




Il 30 gennaio l’ennesima scoperta di una discarica abusiva, questa volta in contrada Fave Cotte, a ridosso dell’interporto di Cerignola: oltre a scocche di auto, anche balle di rifiuti già compattati e con ogni probabilità provenienti dalla Campania. Un deja vu per il Basso Tavoliere, epicentro del tombamento dei rifiuti nella Provincia di Foggia e vero e proprio immondezzaio a cielo aperto. Cerignola, Stornara, Stornarella, Ordona, Carapelle, Orta Nova sono i centri impiegati come discarica abusiva dove l’immondizia viene accatastata nelle campagne o, peggio ancora, viene sepolta nel sottosuolo.

Non c’è soltanto l’ultimo ritrovamento: a Stornara, sul finire dell’anno, i carabinieri hanno bloccato un tir che trasportava rifiuti già stoccati ma dalla dubbia provenienza; nell’estate del 2020, ad agosto, ancora rifiuti compattati sono stati ritrovati nell’agro di Borgo Moschella. Anche in quel caso la provenienza sembra imboccare la strada della Campania.





Infatti, analizzando i rifiuti, alcune etichette hanno chiaramente dato un nome e un’origine a quel traffico illecito. Un anno fa, sempre tra Stornara e Stornarella, ancora “balle” di rifiuti depositate nelle campagne ed ancora una volta si è trattato di rifiuti già compattati. Ossia, nella fase di pre-trattamento, ma che invece di finire negli appositi impianti vengono sversati nelle campagne della provincia di Foggia. Da una parte generano problemi ambientali di non poco conto, dall’altra ingrossano i portafogli di imprenditori senza scrupoli che guadagnano dallo smaltimento illecito sottraendosi ai costi di gestione dei rifiuti.

La facilità di movimento nel territorio di Cerignola e dei Reali Siti è un punto di forza per chi si occupa di smaltimento illegale dell’immondizia: la vastità dell’agro e la totale mancanza di controllo permettono un ricco anonimato per chi inquina e guadagna inquinando.

L’ultima inchiesta, Black Land, ha mappato i siti inquinati di Cerignola e dei Reali Siti. L’impressione è che ci si trovi nuovamente di fronte ad una nuova organizzazione che, dalla Campania, ramifica i suoi interessi fino alla Capitanata, in particolar modo tra Cerignola e i Cinque Reali Siti.





0 0 vote
Article Rating
1 Comment
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
CLAUDIO
21 giorni fa

CONTROLLATE IL VIA VAI DI CAMION CARICHI DI RIFIUTI PUZZOLENTI CHE TI FANNO VOMITARE SULLA STRADA CERIGNOLA CANDELA, DA E PER LA CAMPANIA.

error: Marchiodoc.it ®
1
0
Commenta questo articolox
()
x