FOTO | Cerignola, così la ‘vecchia guardia’ sfida la crisi


Simona Sala, Pinuccio Tedeschi, Rosario Didonna

Proprio mentre tutti gli indicatori sembrano consigliare prudenza, c’è chi invece prova ad uscire dalla palude rimettendosi in gioco. E non è un caso, forse, che a Cerignola “la vecchia guardia” , ossia le attività storiche, stiano sfidando la crisi in un momento assolutamente delicato per l’economia di settore.

 Il panorama, per il mondo del commercio e dell’imprenditoria, non è tra i più confortanti. E l’appello lanciato da Confesercenti, con 1 attività su 4 che anche a Cerignola preferisce chiudere le serrande schiacciata dalla tassazione, dai debiti e da internet, è un segnale inequivocabile rispetto al delicato momento vissuto dagli operatori del comparto.



Proprio quando tutto sembra andare a rotoli, il piglio imprenditoriale richiama tutt’altre strategie. È il caso di Simona Sala, titolare del Cine Teatro Roma. Grazie ai fondi della Regione Puglia quel contenitore culturale, in piedi da 25 anni tra alti e bassi, riprende forma e soprattutto nuova vitalità. L’apertura è stata “rumorosa”, perché avvenuta in un momento tragico per la città, con il commissariamento per Mafia del comune e per l’inagibilità del Teatro comunale Mercadante. La cultura però è stata salvata.

Il CineTeatro Roma dal 19 gennaio al 15 maggio porterà a Cerignola grandi nomi come Pino Insegno, Flavio Bucci, Anna Foglietta, Gabriele Cirilli, Biagio Izzo, Paola Minaccioli. Il primo appuntamento sarà affidato a Chiara Francini ed Alessandro Federico che porteranno in scena la commedia di Dario Fo e Franca Rame, Coppia aperta…quasi spalancata, per la regia di Alessandro Tedeschi. Con “Pinocchio”, film di Matteo Garrone con Roberto Benigni, partirà il 19 dicembre la rassegna cinematografica. Nel ricco calendario sono previsti anche laboratori, workshop, stage, spettacoli per famiglie e concerti.



Tedeschi

Sempre dalla “vecchia guardia”, ossia tra le attività storiche di Cerignola, si registra l’attivismo di Pinuccio Tedeschi, 78 anni, da 50 anni punto di riferimento per il mondo dei gioielli. Appena due giorni fa l’inaugurazione del nuovo negozio su Corso Aldo Moro, a testimonianza di un impegno mai mutato e di una perseveranza che hanno indotto l’azienda ad essere ormai patrimonio storico della città.

Così come si reinventa U’Vulesce di Rosario Di Donna, fresco di riconoscimento nella guida Michelin, e che da questa estate ha bissato: non solo ristorante, ormai diventato luogo di richiamo regionale e non, ma anche la “Gastronomia”, con eventi estivi molto partecipati.

Mentre il mondo del commercio e dell’imprenditoria è in difficoltà, la “vecchia guardia” sfida la crisi.


0 0 vote
Article Rating
2 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Cerignola c'è
11 mesi fa

Bravi bravi bravi

thomas
11 mesi fa

Se si riuscisse a far saltare in aria quel monumento alla demenza amministrativa che è la Ztl con i connessi divieti e deviazioni, fatta e pensata solo per svalorizzare il corso cittadino insozzato di pali paletti e tombe imbiancate, e per fabbricare il deserto di asfalto nella zona centrale, per non dire della produzione in serie di rotonde proliferate a decine; maledetti soldi europei, ormai in gestione della malavita.

error: Marchiodoc.it ®
2
0
Commenta questo articolox
()
x