Stangata TARI in vista, i cittadini si ribellano: “”Pagate voi””

Dopo che i 9 sindaci hanno chiesto ad Asipu di rilevare almeno temporaneamente SIA, la società  di Corato ha presentato il conto: la spesa, per il comune di Cerignola, almeno dai primi carteggi, è praticamente pari al doppio (ECCO IL REPORT DELLE SPESE).

I cittadini non hanno accolto affatto di buon occhio la notizia, che nasce dall’impossibilità  â€“ da parte dei sindaci- di poter ancora gestire in autonomia il ciclo dei rifiuti nelle loro comunità . Quindi, con l’ingresso della nuova ditta – e in attesa che il concordato prenda il volo – i costi sono destinati a raddoppiare.

“”Facessero una colletta tra loro ed i loro elettori e rimediassero alla loro politica scellerata””, è il commento di Pasquale. Donato ha un’attività , e l’aumento della tassa è un vero e proprio spauracchio: “”Io per l’attività  da 4.000 passo a 8.000 questo è pazzo farà  chiudere parecchie attività … ma quando ci ribelliamo e si scioperare uniti, come una volta ..fino agli anni 70 Noi di Cerignola eravamo uniti ma adesso siamo senza midollo e pecoroni””.

Matteo cita l’ex presidente della Repubblica Sandro Pertini: “”Le cose vanno al rovescio. Più un servizio peggiora e più aumenta il suo prezzo. Se Cerignola non si ribella, non si può dare la colpa a chi amministra. A questo punto la colpa è dei cittadini che stanno in silenzio. “”Chi non si ribella, non ha diritto di lamentarsi, perchà© un governo che non esegue la volontà  dei cittadini, va cacciato con le mazze e con le pietre””.

La soluzione Asipu crea qualche stupore tra i cittadini. Donato, ad esempio, chiede: “”Io dico, 11 milioni di euro? Cerignola non fa prima a creare una nuova società  di proprietà  esclusiva del comune di Cerignola? Qualcuno si ricorda la vecchia A. M. N. U.?””. C’è chi addirittura propone di non pagare: “”Giusto nessuno deve pagare -ma nessuno- vediamo cosa succede: i casini sono stati di 9 comuni no di 72 mila abitanti di Cerignola, questo sindaco non ama Cerignola, questo ama distruggerla. Nessuno deve pagare, pagasse lui””. Rosaria se la prende con le scelte fatte fino ad oggi: “”Politica scellerata, disservizi a 360 gradi e aumenti ingiustificati!!!””; mentre Alfonso dice che “”Quest ‘anno ho pagato 400 per una casa di 95 metri se aumentano il 50 per cento l’anno prossimo non pago più i soldi si lavorano e non che si regalano””. E la stangata in previsione segue una già  operata del 19%, l’anno scorso: “”Abbiamo già  avuto un aumento tari!! Dovuto a cosa?””, domanda Domenico.

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x