Gentile vuole andare al Parlamento e in Forza Italia Masiello prende il volo

Quando mancano pochi giorni alla consegna delle liste ufficiali dei candidati al parlamento, anche Cerignola consegna la sua fetta di aspiranti deputati e senatori e di chi tenta la fortuna per Roma cercando di conquistare le postazioni nel Rosatellum.

L’istantanea che viene fuori dagli ultimi sondaggi colora la Puglia di blu e di giallo, ossia immortala un grande exploit per centrodestra e Movimento 5 Stelle, mentre le previsioni si fanno più tetre per il centrosinistra. Proprio dal pianeta “”rosso”” potrebbero essere della partita del 4 marzo l’europarlamentare Elena Gentile, anche se sul suo nominativo pare vi sia il veto della federazione provinciale del Partito Democratico dopo l’ultimo sanguinoso congresso. La pediatra non ha fatto mistero di voler lasciare Bruxelles per Roma e sarebbero frequenti le capatine romane, direzione ministro Martina, per spuntare un posto nel listino in posizione favorevole.
Dura vincere le resistenze interne ed esterne, ma negli ultimi giorni di trattativa ciascun aspirante candidato si giocherà  le proprie carte e spenderà  i propri rapporti personali. Sempre nella galassia di centrosinistra, dovrebbe essere della partita anche Luigi Pizzolo, ex gentiliano passato con LeU, il partito di Pietro Grasso che la scorsa settimana ha presentato il proprio progetto politico alla presenza del giudice di Cassazione Francesco Bonito e del governatore della Toscana Enrico Rossi. Scendono le quotazioni dell’ex sindaco di Cerignola, Antonio Giannatempo, che avrebbe voluto raggruppare intorno a sà© parti del mondo moderato e di destra con il progetto di Raffaele Fitto: ma le dinamiche interne alla quarta gamba, di fatto, stanno azzerando ogni possibilità  di assicurare ulteriori “”garantiti””. In Forza Italia invece c’è fermento.
Il vento cambiato dalle parti dei berluscones fa drizzare le antenne: l’imprenditore Giusto Masiello, patron di Iposea, potrebbe spuntare la candidatura al senato, così come diretto suggerimento del leader Berlusconi, che nelle sue liste vuole volti noti presi dalla società  civile e dal mondo dell’imprenditoria. Masiello sarebbe il profilo individuato in queste ore e servirebbe a garantire anche trasversalismi con i mondi civici. Sembrano naufragare anche le piste che portavano a Gianvito Casarella o Pierfrancesco Castellano, entrambi appartenenti a Fratelli di Italia. Non parleranno cerignolano invece le liste del movimento 5 stelle: le parlamentarie grillini, da poco concluse e non senza aspre polemiche, hanno consegnato una lista di nominativi foggiani o provenienti dalla BAT.
Anche se a presentare la propria candidatura al Parlamento ci ha pensato più di uno, da Cerignola nessuno è riuscito a superare lo scoglio del voto online, indispensabile per ottenere un posto nelle liste. Il 29 gennaio si conosceranno tutti gli attori della partita del 4 marzo prossimo e sarà  da capire chi potrà  farcela sul serio e chi rimarrà  “”aspirante”” ancora per tempo.

Michele Cirulli

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x