Cerignola in Serie D: le pagelle della stagione

è il trionfo dell’Audace, è il trionfo di una città  intera che dopo 17 anni torna in serie D e ci torna dopo una roboante vittoria ( 6 a 1 il risultato finale) fra le mura amiche nello scontro diretto contro il Bitonto e davanti a circa 6000 spettatori, con uno spettacolo degno di categorie superiori, coreografia spettacolare e cori assordanti che hanno spinto letteralmente la squadra.

Cerignola ha risposto presente, una città  letteralmente impazzita per i propri beniamini e per la famiglia Grieco che ha fatto degli sforzi non indifferenti per far ritornare l’Audace in una categoria dalla quale si mancava da troppo tempo.

Dopo le cocenti delusioni degli anni addietro, nel 2011 nello spareggio sul neutro di Bitonto contro il Martina perso ai supplementari, nel 2012 semifinale play off persa in casa ai rigori contro la Cavese e nel 2013 finale di Coppa persa a Rieti al 93esimo contro la Fermana e il successivo fallimento della società , arriva una gioia indescrivibile per tutti i tifosi e per una città  che merita una gioia sportiva così importante.

In campo non c’è stata storia, al 14esimo la sblocca Di Rito con un tiro a giro sensazionale da dentro l’area, dopo 2 minuti è Morra servito bene da Loiodice in area a mettere dentro una sorta di rigore in movimento.

Zotti per il Bitonto la riapre e sigla il gol del momentaneo 2 a 1 con un bel tiro a giro in area di rigore.

L’Audace però ristabilisce subito le distanze e con Loiodice direttamente su punizione fa 3 a 1, nel finale di tempo arriva anche il quarto gol con la seconda segnatura consecutiva per Cappellari, il quale deposita in rete dopo un bell’assist di Morra.

Il primo tempo termina con L’Audace in vantaggio per 4 a 1.

La ripresa inizia subito con L’Audace ancora in avanti e che realizza anche la quinta rete con Di Rito di testa servito ancora da Loiodice.

A 10 minuti dal termine arriva anche il sesto, sempre Loiodice, ancora su calcio piazzato.

LE PAGELLE ALLA STAGIONE DELL’AUDACE

MARINARO R: Terzo anno e terza promozione consecutiva da protagonista per il giovane portiere classe 1997, il quale cresce di partita in partita e non lascia intravedere la differenza di età  rispetto ai suoi compagni più esperti. VOTO 8 GIOVANE CERTEZZA

MARTINEZ: “”el tuma”” arriva ad ottobre da svincolato dopo un po’ di mesi di inattività  e qualcuno storce il naso, lui smentisce tutti trasmettendo esperienza e sicurezza a tutta la squadra, viene impiegato in tutte le posizioni fra difesa e centrocampo, sempre con ottimi risultati. VOTO 7,5 JOLLY

CIANO: Esperienza e dinamismo al servizio della squadra, con la difesa a 3, a 4, da centrale e da terzino da’ sempre tutto per i compagni e per gli avversari è sempre duro da superare. VOTO 8 THE WALL

ALTARES: Impressiona subito per personalità  e capacità  di impostare l’azione dalle retrovie, il giovane difensore centrale spagnolo s’impone partita dopo partita, cala leggermente il suo rendimento dopo la metà  del girone di ritorno, fondamentale il suo gol al 90esimo contro l’Altamura. VOTO 8 DECISIVO

SAKHO: Arrivato anche lui a campionato iniziato, il difensore senegalese impressiona subito per le sue doti fisiche ed atletiche, a volte però è troppo sicuro di se stesso e finisce per concedere qualcosa agli avversari. VOTO 7 IMPONENTE

VICEDOMINI: E’ la ciliegina sulla torta della campagna di rafforzamento di dicembre, esperienza e qualità  a servizio dei propri compagni, forma una coppia di centrocampo perfetta con Pollidori, a volte sembra utilizzare il goniometro quando calcia. VOTO 8,5 GEOMETRA

POLLIDORI: L’esordio coincide con la sconfitta più pesante alla quinta giornata contro il Barletta, il suo rendimento cresce di partita in partita in maniera esponenziale, nel girone di ritorno s’impone alla grande indifferentemente, sia da centrocampista che da difensore centrale, presenza imprescindibile per l’11 di mister Farina. VOTO 9 GLADIATORE

ALBANESE: La sua stagione parte alla grande, impressiona per corsa, dinamismo ed applicazione, adattandosi benissimo anche esterno sinistro di difesa, un brutto infortunio a dicembre lo frena, rientra nel finale di stagione, ma non ai livelli iniziali. VOTO 7,5 MOTORINO

MARINARO C: Impressiona tutti sin dalla prima giornata, giocate d’alta classe e diverse partite risolte direttamente da calcio di punizione, su tutte la prova maiuscola di Altamura all’andata, non è continuo nel girone di ritorno, dove il suo talento lo si rivede solo a sprazzi. VOTO 8 MAGO

AMORUSO: Risponde sempre presente quando viene chiamato in causa, anche per il giovane centrocampista cerignolano classe 1997 è la terza promozione consecutiva, sigla il gol del vantaggio a Trani e si adatta anche lui spesso da esterno di sinistra. VOTO 7,5 PREZIOSO

CAPPELLARI: Stagione straordinaria per il giovane terzino destro classe 1998 cerignolano doc, difende, attacca e corre sulla fascia come se non ci fosse un domani, parte bene, anche lui viene frenato da un infortunio, nel finale risulta essere decisivo ed entra anche nel tabellino dei marcatori a Molfetta ed in casa contro il Bitonto con due gol di pregevole fattura. VOTO 8,5 GOLDEN BOY

RUSSO: Trasformato da mister Farina da attaccante a centrocampista esterno, lui in quella posizione diventa letale, grandissima forza fisica e buone doti tecniche, segna 2 reti decisive, ad Altamura e Bitonto all’andata, che hanno un’importanza fondamentale per il prosieguo della stagione. VOTO 9 DEVASTANTE

NAGLIERI: Anche lui è un acquisto di dicembre, non trova moltissimo spazio nello scacchiere di mister Farina, ma quando viene chiamato in causa non delude, buon passo ed esperienza al servizio della squadra. VOTO 7 PREZIOSO

OLIVA: Gioca spesso nella prima parte della stagione, il giovane esterno d’attacco classe 1998 mostra buone qualità ‘ tecniche ed atletiche, spesso si perde però nell’ultimo passaggio, sigla il prezioso gol del vantaggio all’andata a Bisceglie. VOTO 7

LOIODICE: Erano anni che a Cerignola non si vedeva un talento del genere, giocatore di un altra categoria proprio, arriva nel mercato di dicembre e da’ una marcia in più a tutto il reparto offensivo gialloblù, quasi tutte le azioni passano dai suoi piedi, quando accelera non lo ferma nessuno, dribbla, segna e regala assist ai suoi compagni. VOTO 10 ( IL MIGLIORE ) FENOMENO

DI RITO: L’attaccante di peso che mancava all’Audace arriva nel mercato di rafforzamento di dicembre, lui non delude le attese e inizia a segnare gol a raffica, ottima tecnica abbinata ad un senso del gol straordinario fanno di lui il miglior attaccante dell’eccellenza pugliese, di straordinaria importanza la rete del pareggio segnata a Casarano e perla assoluta quella dell’uno a zero di domenica contro il Bitonto. VOTO 9,5 LETALE

MORRA: La sua stagione non inizia nel migliore dei modi, si trasforma dopo l’arrivo di mister Farina in panchina, in qualunque ruolo d’attacco lui viene impegnato lui da’ sempre tutto fino all’ultimo secondo di gioco, uomo gol e assist, con una forza fisica impressionante abbinata ad un’ottima tecnica di base fanno di lui un punto di riferimento offensivo fondamentale per la manovre dell’Audace. VOTO 9 ONDA D’URTO

LADOGANA: Alternativa importante per l’attacco gialloblù, trova poco spazio perchà© ha davanti dei mostri sacri, lui però non delude quasi mai quando viene chiamato in causa, suo il gol che è valso i 3 punti nel finale in casa contro il Novoli. VOTO 7,5 RISERVA DI LUSSO

MISTER FARINA: Un ruolo determinante in questa cavalcata vincente ce l’ha il nostro allenatore, arrivato ad ottobre dopo la sconfitta di Barletta con una squadra non sua, riesce ad ottenere il massimo da un gruppo di ragazzi che lo ha seguito fin dall’inizio, con i rinforzi invernali da’ un impronta ben definita alla squadra, cambia spesso modulo ed interpreti ma il risultato non cambia, schemi da palla inattiva e cura dei particolari fanno di lui un “”maniaco”” della tattica, il suo gioco è sempre votato all’offensiva ed alla ricerca del gol, da quando c’è lui in panchina l’Audace non perde mai e non è un caso. VOTO 10 CONDOTTIERO

Da non dimenticare assolutamente anche gli altri componenti della rosa che hanno avuto meno spazio come l’esperto Portiere cerignolano VURCHIO, il difensore centrale MATERA, il giovane e sfortunato difensore LECCE, l’altro giovane difensore cerignolano doc BELLUOCCIO, il centrocampista TROVè ed il capitano storico DIPASQUALE, anche per lui terza promozione di fila.

Un ringraziamento particolare va fatto agli altri cerignolani doc che hanno fatto parte della rosa dell’Audace Cerignola fino a dicembre, protagonisti delle due promozioni di fila dalla prima categoria all’eccellenza e che hanno contribuito anche loro a questo straordinario successo, ovvero i difensori COLANGIONE e COLUCCI, i centrocampisti GRIECO e SCHIAVONE e l’attaccante LASALANDRA.
Nicola Cioffi

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x