La medicina legale a New Orleans parla anche un po’ cerignolano

Nella settimana dal 13 al 19 febbraio, New Orleans in Louisiana ha ospitato due eventi diversi per natura ma accomunati dall’eccellenza. Così, mentre al Smoothie King Center scendevano in campo i cestisti del NBA All Star Game, all’Hyatt Convention Center sfilavano le stelle dell’American Academy of Forensic Science.

Quello appena concluso dell’AAFS è stato il 69° congresso mondiale che ha visto, come ogni anno, giungere i migliori scienziati, ricercatori, investigatori, agenti della CIA, FBI ed Interpool, e soprattutto medici legali per confrontarsi sulle tematiche attinenti le discipline scientifico forensi. Anche l’Istituto di Medicina Legale dell’Università  degli Studi di Foggia ha inviato il suo Dream Team per presentare nella vetrina scientifico forense più prestigiosa al mondo una serie di lavori di ricerca di assoluta eccellenza. “”Una partecipazione che ci riempie di gioia – aggiunge la prof.ssa Emanuela Turillazzi (Ordinario di Medicina Legale e Direttore dell’Istituto di Medicina Legale dell’Università  di Foggia), coadiuvata dal prof. Cristoforo Pomara (Associato di Medicina Legale e Delegato alla Ricerca Scientifica e Innovazione Tecnologica dell’Università  di Foggia) – soprattutto alla luce dei risultati ottenuti nella seconda VQR, dati che confermano che la direzione intrapresa è quella giusta. Questo istituto esporta con merito la propria attività  scientifica, nonostante le difficoltà , comuni a tutti gli altri istituti italiani, di reperire fondi per la ricerca e per l’incardinamento dei docenti. L’appuntamento americano è un’occasione per mettere in mostra, di fronte alla platea più qualificata al mondo, parte di quello che ogni anno produciamo.””
Non è un caso, infatti, che la VQR 2011/14, recentemente pubblicata da parte dell’Anvur, nella parte suddivisa per Dipartimenti, ha valutato l’Istituto di Medicina Legale dell’Università  di Foggia come secondo assoluto in Italia dopo quello di Padova.

A rappresentare questa indiscussa eccellenza italiana sono scesi in campo la prof.ssa Irene Riezzo, il dott. Francesco Sessa, la dott.ssa Monica Salerno, il dott. Giuseppe Bertozzi, il dott. Marcello Rendine e la dott.ssa Francesca Maglietta. Dallo studio giuridico e medico legale della Mafia Garganica al Touch DNA, passando per casi di suicidio con arma da fuoco fabbricata in casa ed impiego di unità  cinofile sulla scena del crimine, l’à©quipe diretta dalla prof.ssa Emanuela Turillazzi ha presentato significativi risultati di innovazione scientifica nell’ambito delle scienze forensi con i seguenti lavori: ༠A Fatal Dive di Giuseppe Bertozzi, Furio Martino Patete*; Carmela Fiore, MD; Elisabetta Bertol; Sara Vita, MD; Cristoforo Pomara, MD, PhD ༠Maxi Trial “”Iscaro-Saburo””: The Judicial Birth of the Fifth Italian Mafia di Michele Vaira, JD*; Anna Cornacchio*, Dept of Forensic Pathology, Osp. Colonnello D’Avanzo; Palmira Fortarezza, MS*, Ospedale Tatarella, Cerignola, ITALY; Giuseppe Bertozzi, MD*, Dept of Forensic Pathology; Monica Salerno, MD, PhD*, Department of Forensic Pathology, Osp. Col. D’Avanzo; and Cristoforo Pomara, MD, PhD*, University of Foggia, Dept Forensic Path, University of Malta, Dept of Anatomy, Faculty of Med & Surg Biomedical Sci, Foggia, Misida, Malta ༠A Singular Case of Suicide Committed With a Homemade Firearm di Francesca Maglietta, MD*; Furio Martino Patete; Margherita Neri, MD, PhD ༠Dead in a Hot Bathtub: A Singular Case of Heat-Related Death di Mauro A. Ciavarella*; Monica Salerno, MD, PhD*; Palmira Fortarezza, MS; Cristoforo Pomara, MD, PhD ༠Fatal Dog Attacks: An Eight-Year Study From 2009 to 2016 in Italy di Francesco Sessa, MS*; Luigi Sasso; Mauro A. Ciavarella; Gabriela Perilli, MD ༠A Non-Contact Passive Approach for the Effective Collection of Target Cadaveric. Volatile Organic Compounds (VOCs) for Canine Training Aid Development di Marcello Rendine*, QFED, DBA; Carmela Fiore, MD; Palmira Fortarezza, MS; Cristoforo Pomara, MD, PhD; Irene Riezzo, MD, PhD ༠Touch DNA: “”Touch”” Time and Resiliency di Francesco Sessa, MS*; Benedetta Tomaiuolo, BS; Stefania C. Bello, MD; Irene Riezzo, MD, PhD
Non può che rendere orgogliosi vedere come, da un territorio troppo spesso connotato da episodi di cronaca nera, possa nascere un germoglio di cultura e di ricerca scientifico-universitaria riconosciuto in tutto il mondo. E l’Istituto di Medicina Legale delll’Università  degli Studi di Foggia sale ancora una volta sul podio mondiale dell’American Academy of Forensic Science.

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x