PAGELLE | Audace ne fa 4 all’Hellas Taranto e svetta in classifica

Seconda vittoria consecutiva per l’Audace che batte 4 a 0 l’Hellas Taranto e si porta da solo al comando, ora con un punto di vantaggio sull’Altamura, che ha battuto proprio il Bitonto, ora terzo a 3 punti dai gialloblù. L’Audace parte subito forte e dopo 10 minuti arriva il vantaggio, lancio dalle retrovie per la spizzata di Di Rito, il quale trova in area Loiodice, che batte con un rasoterra preciso ed angolato il portiere tarantino.

Dopo qualche minuto è ancora Di Rito a giocare di sponda, stavolta di piede per l’accorrente Marinaro, il quale dal limite dell’area alza troppo la mira.

Al 25esimo è ancora la punta argentina a provarci, ma il suo tentativo di testa su invito di Loiodice dalla destra è troppo lento e facile preda per il portiere ospite Anastasia, il quale blocca senza problemi.

E’ il preludio al raddoppio, che arriva al 35esimo, Loiodice salta l’uomo e crossa preciso sulla testa di Morra,   è 2 a 0 e partita in ghiaccio.

Termina senza ulteriori sussulti la prima frazione di gara con i gialloazzurri di mister Farina in pieno controllo ed al riposo col doppio vantaggio.

La ripresa inizia con lo stesso copione del primo tempo, ci prova prima Di Rito con un colpo di testa poco preciso, poi Loiodice calcia alto al volo da dentro l’area su invito di Russo ed il neo entrato Cappellari, che chiama alla doppia respinta il portiere ospite.

Al 61esimo il tris è servito, cross di Morra dalla destra, stacco imperioso di Di Rito, palla che tocca la traversa e rimbalza oltre la linea bianca.

L’Audace gioca sul velluto, entrano anche Ladogana e Monopoli, ma è ancora Di Rito a sfiorare la doppietta, ma Anastasia è attento.

All’ultima azione arriva anche la rete del 4 a 0, con una sfortunata deviazione aerea del difensore D’Andria, che indirizza il pallone nella sua porta.

L’Audace chiude così il 2016 in vetta solitaria, alla ripresa, domenica 8 gennaio, trasferta insidiosa in quel di Trani, contro la squadra di casa ultima in classifica, ma uscita rafforzata dal mercato dicembrino.

LE PAGELLE DELL’AUDACE

MARINARO: Bravo a fermare di piede l’attaccante avversario a metà  ripresa, per il resto ordinaria amministrazione. VOTO 6

LECCE: Gioca con personalità  e forse anche troppa, nella ripresa a risultato acquisito azzarda un retropassaggio rischiosissimo per il proprio portiere e si fa  anche ammonire per un brutto fallo sull’out destro. VOTO 6

ALTARES: Giornata tranquilla per il regista difensivo gialloblù, sempre pulito nei contrasti e preciso negli appoggi. VOTO 6

CIANO: Importante il suo rientro per la retroguardia cerignolana, si concede anche qualche sortita offensiva. VOTO 6,5

RUSSO: Pericolo costante per i terzini avversari, ormai sembra decisamente a suo agio nel suo nuovo ruolo, nel finale esce esausto per far spazio a Ladogana. VOTO 6,5

MARTINEZ: Altra prova convincente da centrale di centrocampo, fa sempre la cosa giusta senza affannarsi più di tanto. VOTO 6,5

MARINARO: Ci aveva abituato forse troppo bene, gara non esaltante la sua, si limita a fare il compitino, sbagliando anche qualche passaggio di troppo. VOTO 6 DI STIMA

TROVè: Buona prova di personalità  per il giovane centrocampista classe 98 sulla corsia mancina di competenza. VOTO 6,5

DI RITO: Altra prova di sostanza per il puntero argentino, ormai punto di riferimento offensivo per il gioco del Cerignola, da l’assist a Loiodice per il primo gol e realizza la terza rete con uno stacco imperioso. VOTO 7,5 IMPONENTE

LOIODICE: Sblocca la gara con un colpo da biliardo dopo pochi minuti, realizza l’assist del 2 a 0 ed inventa calcio per tutta la gara, tecnica sopraffina e rapidità  nelle giocate, impatto devastante in questa squadra. VOTO 7,5 ( IL MIGLIORE ) IMPRENDIBILE

MORRA: Si conferma ancora imprescindibile per questa squadra, da prima, da seconda o da terza punta lui da sempre tutto, sigla il 2 a 0 di testa e l’assist per il 3 a 0. VOTO 7 FORZA DELLA NATURA

CAPPELLARI: Sostituisce il suo coetaneo Trovè ed impegna il portiere con tiro da dentro l’area. VOTO 6

MONOPOLI: Prova in tutti i modi a mettersi in mostra nei minuti finali, cercando anche la conclusione. VOTO 6
Nicola Cioffi

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x