Tombe, a Foggia si risparmia fino a 20mila euro

Non si ferma il chiacchiericcio intorno ai costi delle tombe all’interno della nuova area del cimitero di Cerignola, la cui gara è stata vinta dalla Sceap srl di Andria. Ieri uno dei convocati presso l’ufficio cimiteriale ha fatto sapere di quante e quali cifre si discute, ma “ come assicurato dal referente locale della ditta vincente, Nino Santoro- in questa fase non ci saranno contratti da stipulare, ma si tratta di semplici sondaggi.

 
I prezzi al pubblico dovrebbero essere quelli contenuti nella delibera 212 del 2013, ed oscillerebbero tra i 30 e i 54 mila euro a seconda che di scelga una edicola o una cappella con relativi ossari. In alternativa, invece, si potrà  accedere ai semplici loculi comunali, di un valore pari a 1800 più Iva. Anche noi- dice il consigliere comunale Paolo Vitullo- abbiamo sentito cifre in libertà  da diversi cittadini. Si tratta di una fase di sondaggio? Non lo metto in dubbio, è una legittima strada, noi nel frattempo approfondiremo la questione per capire se i numeri che alcuni cittadini ci riferiscono siano veri o frutto di fantasia. Anche perchè c’è chi parla di anticipi pari all’80% delle somme, quindi chiederemo spiegazioni, dice il berlusconiano.
Ci aspettavamo, però, che i lavori partissero molto prima, visto che è trascorso un anno e, a quanto ci è dato sapere, deve ancora iniziare la fase espropriativa. è un’opera pubblica molto importante per la città  e non può essere ancora rimandata. Ci saremmo aspettati una sensibilità  diversa ed una maggiore velocitࠝ, rimarca l’ex candidato sindaco del centrodestra. L’investimento della Sceap per il project financing è corposo ed ammonta a 11.5 milioni di euro per la costruzione di circa 600 tombe su una superficie di 4.5 ettari dislocata sul versante est dell’attuale cimitero. Le polemiche intorno alle tombe sono sorte con le prime convocazioni di cittadini che, a loro dire, si sarebbero visti richiedere delle somme ritenute fuori mercato. Addirittura 6000 euro a metro quadro, anche se Santoro (Sceap) informa che quei costi servono comunque ad offrire al cittadino una cappella/edicola finita. Chiavi in mano, per usare le sue parole. I prezzi sono stati ritenuti esosi da più parti. A Foggia, ad esempio, dove la PFC di Tri-sciuoglio e Insalata si è aggiudicata il progetto di finanza, i costi sembrano essere più bassi. Anche se la prassi pare differente, per certi aspetti.
Per un loculo comunale nel capoluogo il costo di attesta intorno a 1200 euro più Iva, mentre a Cerignola schizza a 1800 euro. Diversa la situazione per quanto concerne edicole e cappelle. A Foggia in vendita non è il progetto finito, con tanto di struttura sacra consegnata chiavi in mano, ma solamente il terreno, il cui prezzo è stabilito nell’ordine di 1400 euro più Iva a metro quadro. Mentre per 10mq a Cerignola, stando alle prime indiscrezioni, il prezzo totale che ne viene fuori sarebbe tra 54 e 58 mila euro, nel capoluogo dauno “ dicono fonti interne all’azienda che gestisce il cimitero- con 40 mila euro puoi costruire una cappella, ben sapendo, però, che noi vendiamo solamente il terreno. Per 10 mq il costo è di 14mila euro, più una ventina per le costruzioni, a carico del privato.
Diverso, invece, come ha spiegato il referente SCEAP srl Savino Santoro, è il calcolo che ha portato alla ufficializzazione del prezzario sulle tombe. Per calcolare infatti l’ammontare si dovrà  mettere in addizione il costo del loculo comunale singolo (1800 euro) per il numero di loculi all’interno di una cappella (esempio, dieci) per la durata della concessione  di 99 anni (quindi per 4, considerato che i loculi comunali hanno durata di 25 anni).     Dal prodotto di questa operazione ne deriva il prezzo finale, tra l’altro scontato, dicono dall’azienda.
Michele Cirulli
 
Leggi anche:
“”Quelle tombe costano quanto un attico a Roma: 6000 euro a mq””
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x