Aggressione al Tatarella. In radiologia finisce in rissa

è stata una mattinata molto complicata, quella di oggi, all’ospedale Tatarella di Cerignola. Un uomo è stato portato d’urgenza al pronto soccorso per una sospetta emorragia cerebrale, ma di lì a breve quell’ingresso si è rivelato un inferno.

 

Quando il paziente è arrivato al nosocomio ofantino è stato immediatamente trasferito presso il reparto radiologico per effettuare una tac e capire se, effettivamente, il sospetto di una emorragia fosse reale (per fortuna, successivamente l’esito è stato negativo). Nella sala d’attesa, un secondo uomo, spaventato e innervosito dal non avere più alcuna notizia del suo parente, ha iniziato a bussare con frequenza alla porta che divide la sala tac dalla sala d’aspetto.

Quella frenesia è diventata man mano più violenta, fino a quando contro la porta sarebbero iniziati ad arrivare calci, che hanno richiamato l’attenzione di uno degli operatori del reparto Radiologia. Una volta aperta la porta, con gli animi evidentemente molto accesi, si è scatenato il parapiglia. Sono volati dapprima paroloni e poi si è giunti alle mani. La rissa è stata sedata dai medici ed infermieri del Tatarella, in un primo momento, e poi dall’arrivo dei carabinieri che hanno ascoltato i due protagonisti della vicenda. Il personale ospedaliero “ dalle prime ricostruzioni- fa sapere di essere stato vittima di aggressione. Da lì, poi, per difesa, ci sarebbe stata la rissa.
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x