Il testo del messaggio di benvenuto di don Carmine Ladogana

Si è dato un gran da fare per salutare l’arrivo del nuovo vescovo, organizzando una colletta da 20 mila euro finita sui giornali nazionali e non. Anche il vicario del vescovo Di Molfetta, don Carmine Ladogana, ha voluto salutare l’arrivo di Mons. Renna nella Diocesi Cerignola-Ascoli Satriano. Ecco il suo messaggio di benvenuto nella cerimonia di sabato sera.

Eccellenza Reverendissima,

Sono ancora vivi in ciascuno di noi gli emozionanti momenti vissuti lo scorso due gennaio nel palazzetto dello sport di Andria, trasformatosi, per l’occasione della sua ordinazione episcopale, in un vero cenacolo.

Oggi la nostra comunità  diocesana di Cerignola “ Ascoli Satriano, piena di esultanza, si stringe affettuosamente attorno a lei.

Sia il benvenuto nella nostra diocesi!

In questa celebrazione eucaristica vogliamo ringraziare il Signore per il dono della sua persona, che nell’ininterrotta successione apostolica ci conferma nella fede e ci da certezza che è Gesù Cristo colui che conduce la Chiesa. Lei per noi è un dono di Dio e della Chiesa. E’ Dio che l’ha eletta e la Chiesa l’ha inviata in mezzo a questo nostro popolo. Ci incoraggia molto il suo contagioso sorriso che trasmette, in chi le sta vicino, tanta serenità  e gioia. Le assicuriamo rispetto, sincerità , obbedienza, collaborazione e condivisione.

La comunione, lo sappiamo, è un cammino da compiere a piccoli passi ma tutti insieme, e non nasce da particolari tecniche organizzative o da strategie pastorali. Essa nasce da una profonda comunione con Gesù Cristo e con la Chiesa. Perciò oggi, all’inizio di questo nuovo cammino ci affidiamo, pastore e popolo tutto di Dio, a Cristo, Sommo ed Eterno Sacerdote dell’umanità , affinchè animi i nostri cuori del suo spirito e ci renda perfetti in ogni opera di bene.

Clero e laici si attendono un pastore carico di umanità  che sappia dialogare e che pur richiedendo quanto giova al bene del gregge, l’ottiene con l’affabilità , la pazienza, l’attesa e la convinzione. Tante e vive sono le realtà  parrocchiali ed ecclesiali diocesane, per le quali tanto si spendono tutti i nostri sacerdoti e che nei mesi a venire conoscerà . Sono certo che in linea di continuità  con i suoi predecessori, saprà  apprezzare e farsi carico di tante risorse che incoraggerà  e sosterrà  unitamente a tutte le iniziative che hanno qualificato e qualificano il nostro lavoro pastorale.

Le nostre attese, ne sono certo, sono anche le sue attese e mi sembra che trovino già  una risposta nel suo motto paolino, Edificare nella Carità , riportato nello stemma episcopale che è segno di un programma di servizio alla nostra comunità  diocesana.

Al centro ammiriamo che dalla corona di spine si leva un ramo che fiorisce in un melograno, frutto che richiama la carità  e, per la modalità  compatta con cui sono disposti i chicchi al suo interno, la comunione ecclesiale che è chiamato a servire. Per giunta lo stesso melograno lo ritroviamo ai piedi del nostro crocifisso posto sull’altare e anche nel suo pastorale. Siamo certi che con l’aiuto del Signore, e insieme, queste attese le realizzeremo.

Con S. Agostino siamo consci che, mentre, ognuno di noi deve rendere conto di se stesso, lei invece, dovrà  rendere conto, di lei e di noi.

Non si senta mai solo!

Il peso della sua responsabilità  è ben maggiore, ma la forza della preghiera supera ogni ostacolo e solo così il suo episcopato gioverà  a lei e a noi tutti. A lei gioverà  se dirà  le cose che si devono fare, ma gioverà  anche a noi se metteremo in pratica quanto ascoltato.

San Francesco di Sales amava ripetere che il bene non fa rumore e il rumore non fa bene.

Carissimo Padre e Vescovo Luigi, con questi sentimenti a nome di tutti le formulo gli auguri più cari e sinceri di un buon cammino episcopale in mezzo, con e davanti, a questo suo popolo Santo di Dio che la provvidenza da oggi le ha affidato.                                                                                                          Don Carmine Ladogana

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x