Il cda di SIA è illegittimo: tutto da rifare per il Consorzio Fg4?

è il DPR numero 251 del 30 novembre 2012 e prevede che i consigli di amministrazioni delle società  controllate e collegate rispettino la parità  di genere. Nello specifico, infatti, è previsto che in un cda composto da tre persone, almeno una sia di sesso opposto.

 
Altri guai, dunque, su SIA srl che due giorni fa ha visto la nascita del nuovo organismo di gestione e controllo formato da Rocco Lisi, Giuseppe Devenuto e Nicola Iungo.
Non una donna, il che potrebbe rendere problematica, in caso di ricorsi, la validità  degli atti sottoposti all’attenzione del nuovo organo. Mancherebbe dunque almeno una quota rosa.
A stabilirlo è il decreto che detta  i  termini  e  le  modalità   di attuazione della disciplina concernente la parità   di  accesso  agli organi di amministrazione e di controllo nelle  società ,  costituite in Italia.  Cosa succederà  adesso è la legge a dirlo: Le società   sono  tenute  a comunicare al Presidente del Consiglio dei  Ministri  o  al  Ministro delegato per  le  pari  opportunità   la  composizione  degli  organi sociali entro quindici giorni dalla data di  nomina  degli  stessi  o dalla  data  di  sostituzione  in   caso   di   modificazione   della composizione in corso di mandato.
Dopo questa fase, appurato il non rispetto della quota rosa in seno a SIA srl, vi è la “”diffida per  la società  a ripristinare l’equilibrio  tra  i  generi  entro  sessanta  giorni.  In  caso   di inottemperanza alla diffida, il Presidente del Consiglio dei Ministri o il Ministro delegato  per  le  pari  opportunità   fissa  un  nuovo termine di sessanta giorni  ad  adempiere,  con  l’avvertimento  che, decorso inutilmente detto termine, ove la società   non  provveda,  i componenti dell’organo sociale interessato  decadono  e  si  provvede alla ricostituzione dell’organo nei modi e nei termini previsti dalla legge e dallo statuto.     Ancora una gatta da pelare per la SIa srl, che dopo la relazione shock sullo stato finanziario dell’ente e dopo l’esaurimento dei lotti in discarica, sembra inciampare anche sul nuovo cda.
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x