Gentile contro la Chiesa di Di Molfetta: “”E’ una vergogna!””

Dal palco della Festa dell’Unità  l’europarlamentare non le manda a dire e lancia un’invettiva contro la Chiesa del vescovo Felice Di Molfetta, che nell’ultima campagna elettorale- e ancora oggi- mantiene un ruolo attivo nella vita amministrativa.

Rompe il silenzio dopo il ballottaggio perchè mi avevano detto di stare zitta e vuota il sacco nell’ultimo dei tre giorni dedicati ai dibattiti. Al suo fianco l’onorevole Michele Bordo, che sta riorganizzando il partito provinciale dopo la nomina ad assessore del segretario Raffaele Piemontese. Poi, ad un certo punto, è impazzita la maionese. I preti hanno smesso di fare i preti e si sono messi a fare campagna elettorale nelle chiese. Che vergogna!, accusa Gentile. Sono cose che non succedevano nemmeno ai tempi del vecchio PCI. Queste cose dobbiamo dirle, la gente le deve sapere. Non possiamo parlare solo di topi e cacche di cani. Parliamo di interporto, che non riusciranno a sbloccare perchè non ne hanno la cultura?, interroga l’europarlamentare. Mi sento sotto una cappa di disagio e preoccupazione. Ci troviamo di fronte ad una amministrazione che sbaglia anche a presentare una istanza di finanziamento: adesso è pronto un altro bando per le scuole e Cerignola non c’è, accusa Gentile. Sin da oggi dobbiamo ricostruire una alternativa, così anche i preti si ricrederanno.
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x