Al taglio del nastro il cerignolano dell’anno #aspettandocalici

Mancano poche ore all’inizio della Terza Edizione di Calici nel Borgo Antico. A partire dalle 20:30, la Terra Vecchia ospiterà  il percorso enogastronomico con le 36 cantine e i 9 punti food e quest’anno, a tagliare il nastro, ci sarà  un ospite importante.

 

Come ogni anno al taglio del nastro vi saranno Antonella, Giulia e Vincenzo Terenzio, figli della compianta Rossella Rinaldi, assessore scomparsa prematuramente e che si è molto spesa per il rilancio e la valorizzazione del Borgo Antico, attraverso le iniziative culturali che in quelle vie hanno lasciato il segno.

Ma il calice d’oro, in questa edizione, va all’assistente capo Antonio Castelmare. Sarà  lui a tagliare il nastro della terza edizione di Calici nel Borgo Antico. L’Agorà  e Marchiodoc.it l’hanno scelto come Cerignolano dell’Anno. è inoltre prevista la partecipazione del sindaco Franco Metta.

Era aprile quando l’agente Castelmare, in quel momento fuori servizio, notò degli strano movimenti nei pressi di una farmacia in pieno centro. Così, intuendo cosa stesse accadendo, dopo aver chiesto ad alcuni passanti di telefonare al commissariato, entrò nella farmacia sorprendendo alle spalle un rapinatore, con il volto coperto da una calzamaglia e armato di una grossa forbice, stava svaligiando il registratore di cassa.

Un segnale e una speranza che Agorà  e Marchiodoc.it hanno voluto premiare e che il dirigente del commissariato di Cerignola, il vicequestore aggiunto Loreta Colasuonno, ha accettato con soddisfazione. Ed è proprio l’agente Antonio Castelmare, oggi, in un taglio del nastro altamente simbolico, a dare il via alla Terza Edizione di Calici nel Borgo Antico
 

 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x