venerdì, Giugno 14, 2024
Cronaca

Lavoro e maternità in contemporanea, così interveniva Capolongo: “Consapevole della truffa”


Dalle carte dell’inchiesta Farmghosters, tra gli altri, emerge il ruolo del consigliere comunale Celestino Capolongo, “figura dirimente” dell’associazione, a cui era affidato il controllo delle pratiche fittizie. “Come confermano le chat con gli indagati, (Capolongo) continuamente dà informazioni sullo stato delle istanze, dà consigli sulle correzioni da apportare quando le anomalie sono espressive non già di errore ma di fittizietà delle attestazioni, interviene immediatamente ad effettuare pagamenti su richiesta (anche quando la celerità è dovuta al possibile blocco derivante dai controlli ispettivi dell’INPS sia alla necessità che gli indagati siano remunerati per l’offerta di prestazioni lavorative fittizie)”.

Nei fatti, scrivono i magistrati, Capolongo avrebbe dato “informazioni sulle pratiche presentate dal sodalizio” suggerendo “modifiche” per “assicurare l’immediata liquidazione delle stesse”.

Significativa è la pratica di una donna di origine rumena, che tra l’altro avrebbe dovuto fare rientro in patria una volta incassata l’indennità. La sua pratica di maternità si sovrappone ai periodi di lavoro. Infatti, intercetta la Finanza, la donna rumena risulta a lavoro  da inizio febbraio a fine marzo, e contemporaneamente risulta in maternità dal 9 marzo: circostanza, questa, “che non avrebbe permesso di mettere in pagamento l’indennità”. Capolongo, “invece di provvedere al blocco” contatta un CAF “per provvedere alla correzione dell’errore commesso, indicandogli come fare, così consentendo l’immediato ed indebito superamento dell’ostacolo che avrebbe impedito la liquidazione”.  

Dalle intercettazioni effettuate, commentano i magistrati, emerge “la consapevolezza da parte di Capolongo circa la natura indebita delle indennità che lo stesso cura e mette in pagamento, quanto la sua partecipazione al sistema”. Adesso il consigliere comunale PD dovrà dimostrare la sua estraneità ai fatti contestati. Lunedì scorso, nel frattempo, Capolongo e altri otto indagati sono stati ascoltati in Procura per l’interrogatorio di garanzia.

mc



2 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Chi cerca trova
2 mesi fa

Però non fate solo l’esempio della Rumena se avete coraggio fate i nomi anche delle braccianti agricole con le unghie lunghe e le borse griffate
Fate anche i nomi dei braccianti agricoli con A4 3000 di cilindrata
Fateci capire bene bene

Cittadino
2 mesi fa

Quindi è colpevole!!! Bisogna condannarlo subito…. senza aspettare che i suoi compagni giudici facciano andare in prescrizione tutto.

2
0
Commenta questo articolox