mercoledì, Giugno 19, 2024
Politica

Erminio Arminio risolve la crisi: matta paura di tornare a casa


Il sindaco convoca i capigruppo e si adegua: sì alla verifica (c’entrano Savino e Arminio)

Il sindaco vuole la tregua, così come la richiedono timidamente i suoi collaboratori alle opposizioni, ossia una parte di Fdi e una parte di Avanti. Per questo ieri mattina Bonito ha incontrato i capigruppo di maggioranza a Palazzo di Cittá per aprire senza mezzi termini alla verifica chiesta da Bellapianta, Romano, Sforza. 

Toni pacati, morbidi. Niente a che vedere con le lettere sprezzanti inviate in questi giorni in cui pretendeva l’abiura pubblica e l’umiliazione dei suoi. Stessi toni morbidi che il Partito Democratico sta usando con l’area Schlein. Daniele Dalessandro, ormai nei fatti  commissariato da Giordano e non solo (ha dovuto acconsentire alla richiesta di candidare Devito alle provinciali, contrariamente alle sue idee) sta cercando di ricucire i rapporti con Sabina Ditommaso dopo non essere riuscito a spodestarla, così come vorrebbe incontrare l’intera area. La paura di tornare a casa è tanta.

E poi la parola d’ordine è arrivare al consiglio comunale del 1° marzo sullo stadio in maniera unita: in quell’occasione si parlerà dello stadio e dei rapporti con Erminio Arminio, condannato per traffico illecito di rifiuti nell’inchiesta Black Land. Una storia drammaticamente complessa che ha piegato la credibilità dell’Amministrazione. Non dovranno esserci attacchi interni, che effettivamente stanno covando.

Quindi, pur si arrivare compatti al primo marzo, va bene tutto: vanno bene Ditommaso, Valentino, Palumbo, Bellapianta, va bene il rimpasto, vanno bene le imminenti “sostituzioni” di Cialdella e Bruno. Dopo il primo marzo, le richieste saranno forse ignorate.

Ed è bastato che Bellapianta facesse il nome e spiegasse il ruolo di Savino in Amministrazione per placare l’ira di Francesco Bonito. Così come al sindaco era bastato dire che c’erano troppi interessi personali in circolo per ammansire alcuni oppositori interni. Ormai si viaggia per sottintesi.

mc



3 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
FUORI I NOMI!!
3 mesi fa

Chi sarebbero i “suoi collaboratori alle opposizioni”??

Aum
3 mesi fa

Più che si parla per sottointesi si parla attraverso i bocconcini

Ciao Amore
3 mesi fa

Dopo aver appreso che Carlo Dercole passa a Forza Italia e dopo aver visto che Fratelli d’Italia sono stati capaci di attirare molti consensi , iniziano a volersi mettere a cuccia vorrebbero sistemare ricucire
Ma in due anni abbiamo assistito a troppe cacate per poter RICONSIDERARE

3
0
Commenta questo articolox