martedì, Giugno 18, 2024
Cronaca

FOTO e VIDEO | Ecco la panchina dell’inclusione, madrina d’eccezione Sara Ciafardoni: “E’ solo il primo passo”

FOTO | Ecco la panchina dell'inclusione, madrina d'eccezione Sara Ciafardoni: "E' solo il primo passo"

È stata la giovane scrittrice Sara Ciafardoni, autrice di “La ragazza che scrive”, a scoprire, ieri sera in Piazza della Repubblica a Cerignola, la panchina dell’inclusione, prima tappa del progetto “Il coraggio dei colori” che si propone di abbellire diversi quartieri della città attraverso l’eliminazione di barriere architettoniche e attraverso il coinvolgimento di bambini, genitori e residenti delle zone interessate dall’iniziativa. La panchina dell’inclusione è una panchina con uno spazio centrale lasciato libero per consentire il posizionamento della sedia a rotelle ed è stata realizzata dai ragazzi delle cooperative sociali Sanità Sociale e Un sorriso per tutti, con il contributo della Parrocchia di Sant’Antonio e dell’AIPD Cerignola.

“La scelta di Piazza della Repubblica – ha commentato il consigliere comunale Mariarosaria Divito, tra i promotori dell’evento- non è stata casuale perché ci troviamo di fronte a Palazzo di Città, che è la casa dei diritti, e ci troviamo praticamente abbracciati dalle scuole, che promuovono e aiutano a coltivare i diritti attraverso un meticoloso lavoro con i più piccoli. È un messaggio che vogliamo resti nel tempo e che possa essere il più possibile condiviso”.  

Sullo schienale della panchina dell’inclusione è citata una frase del libro di Sara Ciafardoni: “La mansarda delle nuvole dove tutto è possibile” e le sedute sono state realizzate a forma di nuvola, come richiesto proprio dalla scrittrice che ha attivamente partecipato alla creazione dell’opera: “Io credo che il miglior posto per rigenerarsi sia all’aperto e con la realizzazione di questa panchina – ha rimarcato Ciafardoni- abbiamo dimostrato che tutto è possibile, perché Cerignola è un posto che accoglie, è casa, è una donna che abbraccia, è una madre”.

La prossima tappa del progetto “Il Coraggio dei Colori” è fissata al 18 luglio, alle ore 19:00, in Piazza del Cinquecentenario, dove saranno consegnati alla città “La scala della legalità” ed il murales dedicato a tre civili vittime di mafia.

“L’entusiasmo di questo progetto itinerante è davvero incalcolabile e ci ripaga di tanti sforzi. Abbiamo pensato – dice l’assessore al welfare e vicesindaco Maria Dibisceglia- di coinvolgere tutte le realtà del territorio mettendo al centro i cittadini. È bello vedere come, quartiere dopo quartiere, la carovana de ‘Il Coraggio dei colori’ si sia allargata. Un’esperienza di inclusione, come dimostra la panchina inaugurata, ma anche un’esperienza di riqualificazione urbana a servizio della città e dei cittadini”.

“Inclusione è anche abbattimento delle barriere, non solo fisiche, ma soprattutto mentali. Per me e per noi- sottolinea il sindaco Francesco Bonito- è stato un onore far sì che l’inaugurazione della nuova panchina sia stata affidata a Sara Ciafardoni: esempio di forza, di intelligenza, di determinazione, per la quale, parafrasando le sue stesse parole, tutto è possibile. Proseguiremo in questa direzione e, in coerenza col PEBA (Piano eliminazione barriere architettoniche), realizzeremo altre panchine inclusive nella città di Cerignola”.  

GUARDA QUI IL VIDEO


9 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
IL CITTADINO
11 mesi fa

Bella perché la panchina dell’inclusione non la vieni a mettere in Viale di Levante e ti siedi tu con gli sparaquaglie per una mezz’ora cosi respirate l’atmosfera che c’è.

Goodbye Berluschino
11 mesi fa
Reply to  IL CITTADINO

Dimmi che voti Franco Metta senza dirmi che voti Franco Metta

Il Cittadino
11 mesi fa

Ma sei di Cerignola? O sei di Lacedonia? Viale di Levante tutte le barriere architettoniche non ci sono? Prova ad andare a piedi o sfortunatamente le persone disabili se riescono a passare. Che c’entra il voto, sei un poverello.

EEEEEEHHHH?????
11 mesi fa
Reply to  Il Cittadino

Ma le barriere architettoniche mancano da adesso o non c’erano anche quando era sindaco Metta? E mo ti sei svegliato? Come mai? Hai visto via XXV Aprile come è bella? Sai chi ci abitava lì? Comemai la stessa attenzione non l’ebbe per il viale di Levante?

il tempo passa in fretta che t pinz
11 mesi fa

senza vergogna!!!

Battaglia navale
11 mesi fa

Colpito e affondato!!!

See ma u 2036 è luntain!!!!
11 mesi fa

Campa cavallo che l’erba cresce!!!

Zio Tibia
11 mesi fa

Il tempo passa e la vecchiaia non risparmia nessuno…….

Curioso
11 mesi fa

Ullala’ che reazione esagerata! Forse ha colpito nel segno? Possiamo sapere chi ci abitava?

9
0
Commenta questo articolox