martedì, Giugno 18, 2024
Cronaca

Cerignola, mega frode da 20 milioni di euro: sequestri di auto e conti correnti

Marchiodoc - Finanza

I finanzieri della Compagnia di Cerignola hanno scoperto una frode fiscale da oltre 20 milioni di euro nell’importazione di autoveicoli dall’estero. In particolare, a seguito di una mirata analisi di rischio condotta sulla base delle informazioni disponibili nelle banche dati in uso al Corpo, sono stati avviati controlli nei confronti di due attività commerciali di Cerignola.

Le attività ispettive hanno permesso di constatare che le imprese verificate, una ditta individuale ed una s.r.l., avevano omesso di presentare le prescritte dichiarazioni fiscali e non avevano conservato le scritture contabili obbligatorie, in tal modo ostacolando la ricostruzione dei ricavi conseguiti. I finanzieri hanno esaminato i conti correnti delle imprese, eseguito controlli incrociati presso clienti e i fornitori e chiesto notizie agli organi collaterali esteri, avvalendosi delle procedure di mutua assistenza amministrativa in materia fiscale.

Ne è scaturito un contesto di frode che, utilizzando lo stesso modus operandi, è stato allargato anche ad altri settori merceologici quali le parti di ricambio di autoveicoli, il commercio di alimenti e bevande e di pellet da riscaldamento in totale evasione d’imposta. Le attività ispettive hanno permesso di rilevare oltre 20 milioni di ricavi non dichiarati e più di 2,5 milioni di I.V.A. dovuta e non versata nelle casse dello Stato. Il titolare delle due attività commerciali è stato deferito alla Procura della Repubblica di Foggia che, sulla base del quadro indiziario raccolto, ha ottenuto dal Giudice per le Indagini Preliminari l’emissione di specifici provvedimenti di sequestro preventivo.

In conseguenza, i finanzieri della Compagnia di Cerignola hanno posto sotto sequestro 51 autovetture e le disponibilità finanziarie rinvenute sui conti delle società e del loro titolare, per quasi 100.000 €. Va precisato che il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari e, indipendentemente dal quadro indiziario emerso dalle indagini e che ha dato luogo ai provvedimenti cautelari, la posizione dell’indagato è al vaglio dell’Autorità Giudiziaria e non può essere considerato colpevole fino al definitivo accertamento con sentenza irrevocabile. L’attività svolta si inquadra nel più ampio dispositivo di polizia economico-finanziaria attuato dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Foggia a contrasto delle frodi fiscali ed a tutela dei contribuenti onesti.


12 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Costante Batman
11 mesi fa

Chi sono ?

Pensionato
11 mesi fa

Questi evasori fiscali fanno parte del popolo delle partite IVA? Poi ci chiediamo da dove provengono i 100 miliardi di evasione fiscale annuali in Italia.

il solito comunista
11 mesi fa
Reply to  Pensionato

ma quanto sei demente?
allora ti dico che gli stipendiati fanno tutti il doppio lavoro in nero ed evadono miliardi di euro di compensi.
la cosa certa è che il tuo microscopico cervello è evaso dalla tua testa di demente tanto tempo fa…

Topo di fogna
11 mesi fa

Ma tu non sei quello che si lamenta di ricevere insulti se uno la pensa in modo diverso? Allora scendo allo stesso tuo livello gran pezzo di merda, leone da tastiera, cagasotto. Sono sicuro che se mi avresti davanti a te ti cacheresti sotto, perché io quelli come te li conosco, gran figlio di troia.

il solito comunista
11 mesi fa
Reply to  Topo di fogna

” mi avessi” non mi avresti…
vai a a scuola ignorante, figlio di troia.

Cittadino
11 mesi fa

Non ci avevo pensato, adesso so da dove arriva l’evasione fiscale in Italia. E io che credevo che fossero le partite Iva. Una piccola curiosità, ma ammesso che è come dici tu dove lavorerebbero questi lavoratori? Mica da imprenditori che li pagano in nero?

il solito comunista
11 mesi fa
Reply to  Cittadino

no, chiedono di lavorare in nero altrimenti perdono il posto fesso.

Cittadino
11 mesi fa

Quindi? L’imprenditore li assume in nero? Ha un fatturato in nero? Se no come fa a pagarli?

tossico "dipendente"
11 mesi fa
Reply to  Cittadino

i moralisti sono un cancro da quando l’uomo ha iniziato a parlare.
Sono loro che lo chiedono espressamente, di pomeriggio, citt citt mizz ala chiazz.. e se l’imprenditore li “assume in nero” hanno commesso ambedue un illecito.
Ma tu da questo orecchio non ci senti.
Odiate gli imprenditori come fanno i comunisti più beceri ma comprate tutto da chi fa impresa, cibo, vestiti, ecc ecc per non parlare di chi compra e chiede espressamente di dare il nero perché facendo il secondo lavoro ha contanti non dichiarati e sai chi sono?
insegnanti, dipendenti pubblici di ogni tipo…
IPOCRITA.

Pensionato
11 mesi fa

Ma tu sei tutto scemo? Adesso sappiamo che i carabinieri, finanzieri, medici, infermieri insegnanti ecc. Ecc tutti stipendiati fissi fanno il doppio lavoro. La sera si trasformano in barman, pizzaioli, camerieri o la mattina vanno a raccogliere pomodori o tagliare l’uva. Ma tu ci sei o ci fai? Ma quanto sei scemo? Ma tu a casa tua hai mai chiamato un idraulico? Hai mai portato l’auto dal meccanico o dal carrozziere? Vai dal barbiere? Vai al bar a prendere un caffè? Vai a mangiare una pizza? Hai mai avuto lafattura o scontrino fiscale da questi signori?

Ma chi so sti 2 Trmon ca scrivn
11 mesi fa

Ma semb a screv i puttant stt!! M sa cha tutte 2 no sett 10e10 ahahah!!!!

Quant seji ciaridd!
11 mesi fa

Tamarro, Grezzo , ciaridd e cafoun

12
0
Commenta questo articolox