lunedì, Luglio 15, 2024
Cultura

L’estate “3D” per i bambini a rischio di Cerignola

L'estate "3D" per i bambini a rischio di Cerignola

Coinvolgere i minori a rischio di abbandono scolastico o già in dispersione scolastica, con particolare attenzione ai minori con Bisogni Educativi Speciali: è questa la finalità dei Laboratori Digitali Fab Lab di Cerignola, partiti lo scorso 25 luglio presso il CERCAT (Centro Esposizione, Ricerca e Consulenza Ausili Tecnici) gestito da ESCOOP – Cooperativa Sociale Europea nel quartiere Torricelli di Cerignola.

Le attività, gratuite e rivolte ai minori delle scuole medie inferiori e superiori, sono incentrate sulla Robotica educativa inclusiva avente come scopo ultimo la creazione delle condizioni per un loro rientro a scuola. I Laboratori Digitali fanno parte del progetto”Rob.in – Robotica educativa inclusiva per minori con Bisogni Educativi Speciali” che si sviluppa a Cerignola, San Giovanni Rotondo e Taranto. Il corso mette a disposizione due stampanti 3D, una fresa digitale, postazioni per il disegno e la progettazione grafica. Numerose sono le attività previste: progettazione e stampa 2 e 3D; disegno tecnico e artistico 2 e 3D; making; robotica mediante uso di arduino e raspberry; principi di coding; programmazione app per Android/iOS. I corsi sono tenuti da due tecnici specializzati di Taranto

«Il progetto Rob. prevede la realizzazione di laboratori con apparecchiature messe a disposizione di minori con Bisogni Educativi Speciali, cioè minori che vivono situazioni di svantaggio sociale – spiega Giuseppe Dagostino della cooperativa ESCOOP – Il progetto è finanziato dalla fondazione “Con i bambini”. Le richieste di partecipazione sono state oltre 60. Abbiamo effettuato una suddivisione in due fasce d’età: dai 6 ai 9 anni e dai 10 anni in su. Abbiamo inoltre scaglionato la frequenza: i primi 30 partecipanti (15 di mattina e 15 di pomeriggio) frequenteranno il corso dal 25 al 29 luglio; le altre finestre si terranno in agosto e sono in fase di definizione. Il progetto proseguirà anche in inverno con altre modalità».

Dal 2016, il CERCAT è gestito da ESCOOP. Mediante una convenzione sottoscritta con la Regione Puglia, si mira a realizzare i Progetti di Vita Indipendente (Pro.Vi.), tesi a  promuovere l’inclusione sociale e il miglioramento della qualità della vita di disabili, anziani non autosufficienti e categorie socialmente svantaggiate.

Giovanni Soldano


0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Commenta questo articolox