Elezioni Provinciali, almeno tre nomi da Cerignola

Elezioni Provinciali, almeno tre nomi da Cerignola

In vista delle prossime elezioni provinciali del 30 gennaio, sono cominciate le grandi manovre delle forze politiche cittadine per la composizione delle liste che andranno presentate entro il 10 gennaio. Tenendo conto del sistema di voto ponderato con cui il Consiglio provinciale viene eletto (che attribuisce un peso maggiore al voto espresso dai consiglieri comunali delle cittadine più popolose) e con il comune di Foggia commissariato e perciò fuori dai giochi, l’importanza di Cerignola acquisisce un peso maggiore.

Luigi Giurato (Con Emiliano) è il nome indicato dalle liste civiche. Sorge però la necessità di trovare voti fuori Cerignola proprio in virtù del voto ponderato con cui il Consiglio viene eletto, cosa che rende di fatto difficile diventare consigliere provinciale facendo affidamento esclusivamente sui suffragi del proprio comune d’appartenenza.

Il PD sta tentando un’apertura nei confronti di Tommaso Sgarro appoggiando la candidatura di Marcello Moccia (ex Udc, ex Lista Emiliano, ora Sgarro Sindaco), così da provare un riavvicinamento tra i due gruppi. Nonostante malumori diffuso in via Mameli la cosa dovrebbe farsi. Nel caso in cui l’accordo giungesse in porto, in consiglio comunale la maggioranza che sostiene il sindaco Bonito sarebbe più forte, almeno formalmente.

Sul fronte del centrodestra, Nicola Netti (FdI) è al lavoro con i vertici provinciali del suo partito ed in special modo con il consigliere regionale Giannicola De Leonardis per raccogliere consensi al di fuori di Cerignola.
L’unica incognita è attualmente costituita dai mettiani, che non hanno ancora elaborato una strategia precisa. Il tempo a disposizione è ormai agli sgoccioli e una decisione dovrà necessariamente essere presa nelle poche ore rimaste.


Giovanni Soldano




0 0 votes
Article Rating

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Commenta questo articolox