Cerignolano fu accoltellato in discoteca a Barletta: arriva la condanna per l’aggressore

Cerignolano fu accoltellato in discoteca a Barletta: arriva la condanna per l'aggressore

Quattro anni e tre mesi per aver selvaggiamente picchiato un ragazzo cerignolano al di fuori di una discoteca di Barletta: è questa la sentenza di secondo grado arrivata ieri ai danni di un 21enne barlettano che nel dicembre del 2019 aveva provocato gravi ferite al 19enne cerignolano, per futili motivi.

All’interno del locale, durante le festività natalizie, si era innescato un diverbio tra i due giovanissimi: erano volati dapprima paroloni, poi un vero e proprio pestaggio operato da almeno cinque persone. Il cerignolano, uscito dalla discoteca, è stato raggiunto e nuovamente aggredito, fino a quando è spuntato un coltello. Furono riportate gravi ferite all’addome, poi la vittima fu trasportata all’ospedale di Barletta e fu operata d’urgenza.

Una tragedia sfiorata, due anni fa, ed oggi arriva già la sentenza di secondo grado della Corte d’Appello di Bari.

“Ovviamente dall’ultimo episodio accaduto a Barletta (un ragazzo è stato ucciso perché si è rifiutato di pagare un cocktail, ndr) si evidenzia ancora di più l’emergenza sociale, che non può prescindere, oltre che dalla prevenzione, soprattutto dalla certezza della pena. A quasi 2 anni dall’accaduto si è ancora in attesa di rinvio a giudizio per i restanti componenti del branco ( almeno quelli riconosciuti)”, dice l’avvocato Laura Raffaeli a nome della famiglia del 19enne accoltellato due anni fa.

“Sicuramente un messaggio di forte vicinanza alla famiglia di Donato e del ragazzo di Barletta, doppiamente vittime innocenti prima dei balordi e dopo del muro di omertà che si innalza attorno a questi soggetti. Anche nel nostro caso ad oggi nessuna confessione anzi piuttosto uno sminuire, o addirittura non conoscere”, chiosa Raffaeli.   




0 0 votes
Article Rating

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Commenta questo articolox