DDL Zan, è scontro tra Fedez e monsignor Galantino

DDL Zan, è scontro tra Fedez e monsignor Galantino

Monsignor Nunzio Galantino ha un messaggio per il Governo italiano sul ddl Zan.  Il vescovo amministratore del patrimonio della Santa Sede chiede che “per il bene di tutti e nell’interesse di tutti” si vigili affinché “le discriminazioni vengano messe al bando ma bisogna fare attenzione in che modo. Altrimenti le togliamo da una parte e le mettiamo da un’altra”. 

Monsignor Nunzio Galantino ha però anche un messaggio per Fedez, il rapper che ha criticato il Vaticano per le sue ingerenze e rivendica la laicità dello Stato: 
“Bisogna distinguere tra laicità di spazi e di contenuti. Se per laico si intende neutro o neutrale, non esistono contenuti laici. Esistono spazi di laicità, sempre sacrosanti, dove tutti devono ricevere e dare rispetto. Altrimenti… Provo a trasformarlo in una immagine: lo spazio può essere quello del mercato, dove tutti hanno il diritto di andare ed esporre la loro merce. Nessuno però può pretendere che io esponendo la mia non dica che è una merce di valore e, se possibile, anche migliore di quella degli altri, nel rispetto di tutti. Ma nel messaggio del signor Fedez mi sono fermato alla prima parte”. In particolare, sull’accusa di Fedez al Vaticano di non pagare le tasse, da presidente dell’Apsa Galantino afferma che “o ignora le cose o è in malafede. Lo informo che, per fermarci al 2020, l’Amministrazione Patrimonio Sede Apostolica ha versato 5.950.000 euro di Imu e 2.880.000 euro di IRES, solo il patrimonio della Santa sede. Ma ci sono altre realtà ecclesiali. E tutte pagano”.PUBBLICITÀ

Fedez parla di 5 miliardi sottratti al fisco dal 2005 per strutture a fini commerciali e Galantino replica: “Mi piacerebbe sapere dal signor Fedez chi ha messo in giro queste cifre e da dove l’ha ricavate: in base a quale legge, su quali immobili. Circolano numeri strampalati che alimentano la leggenda di un immenso patrimonio del Vaticano. Non è così. Se vuole farci una visita abbiamo appena finito l’inventario degli immobili, frutto di un lavoro di allineamento con il catasto. Stiamo anche lavorando a un’eventuale intesa con l’Ismea per vedere quali terreni continuare a far fruttare e quali mettere a disposizione di cooperative di giovani”. [huffingtonpost]

5 1 vote
Article Rating
5 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Valerio:
1 mese fa

Secondo me e non solo, il problema che nasce con l’entrata in vigore del D.D.L. Zan e che giustifica la tentata intromissione a gamba tesa del Vaticano è che nello specifico si dovrebbe rivedere se l’Antico Testamento (soprattutto) sia ancora pubblicabile in quanto, per quello che vi è scritto sarebbe contro tale Legge.

L’Antico Testamento pratica la discriminazione sia sulla base etnica, sia sulla base religiosa sia sulla base di orientamenti sessuali andando anche sul “pesante”, basta leggerla.

Valerio:
1 mese fa

Continuando: Quindi, sempre secondo me, il problema che spaventa il Vaticano non sono gli immobili od altre fesserie, ma questo che ho appena scritto.

laduraverità
1 mese fa

Diciamo che dopo 2000 anni la religione cattolica e tutte quelle incentrate sugli insegnamenti dei loro idoli e dei, anche loro datati, sono diventate ormai obsolete come lo diventarono gli dei dell’Olimpo e i faraoni egiziani.
Tutti questi santoni , anche se colti, devono cambiare mestiere o andare in pensione.

Ma un problema ancora più grosso sono gli idoli che stanno prendendo piede oggi….

Occorrono nuove crociate.

Alberto
1 mese fa

Non sono tra i fans di Galantino ma stavolta vince facile! Fedez è ignorante e presuntuoso. Pensa che bastino i suoi followers per permettere di parlare su tutto e di tutti.

Fedezio
1 mese fa

Credo che le parole di Galantino siano sprecate perché un ignorante ed intellettualmente sottosviluppato come Fedez non può comprenderle e pertanto non è neanche in grado di replicare ed argomentare. Basta solo vedere l’espressione del suo volto. È già di per sé eloquente. La conseguenza della supponenza ed improvvisazione è quella di fare una figura di merda a livello nazionale. Così come è accaduto!

error: Marchiodoc.it ®
5
0
Commenta questo articolox
()
x