Romano: “Il Comune aderisca alla Stazione Unica Appaltante”

“L’adesione di Italia in Comune al progetto del centro sinistra e l’appoggio del partito alla candidatura di Francesco Bonito a sindaco della città di Cerignola passa attraverso la condivisione di un progetto da condividere: la lotta al malaffare, alla malavita e, soprattutto, alle infiltrazioni mafiose che hanno portato allo scioglimento del consiglio comunale della città deve essere uno dei punti fondamentali del programma della coalizione.
Riteniamo che la figura di Bonito -magistrato in pensione e per molto tempo in prima linea nella lotta alla criminalità- sia quella più idonea a dare un segnale di rottura alla politica di contiguità di cui si è cibata la precedente amministrazione cittadina”.
Così Michele Romano, dirigente locale di Italia in Comune e candidato a consigliere comunale con il suo partito alle prossime elezioni amministrative.
Ma Romano ritiene di dover fare subito qualcosa di più, in particolare di lanciare un segnale forte già prima della campagna elettorale, inserendo nel programma di coalizione un impegno preciso e indefettibile: l’adesione del Comune di Cerignola alla Stazione Unica Appaltante creata nel lontano 2013 dall’amministrazione provinciale allora in carica.
“Proporremo al candidato Bonito di assumere un impegno formale affinché il Comune di Cerignola aderisca alla Stazione Unica Appaltante della provincia di Foggia.
Trattasi di un impegno importante sul fronte della legalità, della trasparenza e della lotta a ogni tipo di infiltrazione mafiosa, un impegno che assume una valenza maggiore se pensiamo a quello che è successo nel recente passato a Cerignola, Manfredonia, Mattinata e Monte S. Angelo e a quello che sta accadendo in questi giorni a Foggia.
Ed è un impegno che non solo porterà pulizia e legalità nella pubblica amministrazione, ma anche un contenimento, e dunque, un risparmio dei costi nell’ambito degli appalti pubblici.
E’ ora di smetterla con le parole e gli inutili proclami, la lotta alla criminalità ha bisogno di atti concreti, come appunto quello dell’adesione alla Stazione Unica Appaltante” ha proseguito Romano, che, con orgoglio, vanta il diritto di primogenitura su quest’iniziativa.
“Conoscendo Bonito, sono convinto che lui apprezzerà e sosterrà quest’idea, sulla quale né io, né il mio partito siamo disposti a transigere.
La nostra adesione, il nostro sostegno, passano attraverso questa nostra richiesta, che a mio parere dovrà essere inserita nel programma e della quale si dovrà cominciare a parlare sin d’ora, perché tutti riflettano sull’esigenza di trasparenza e legalità” ha concluso Romano.

0 0 votes
Article Rating
1 Comment
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Temistocle Aldobrandi
1 mese fa

Sono d’accordo con le dichiarazioni dell’esimio Dott. Romano nel dare un netto e decisivo segno di discontinuità alla contiguità del malaffare criminale che ha caratterizzato la vecchia amministrazione sciolta per le infiltrazioni mafiose. È un’ottima idea quella dell’adesione alla Stazione Unica Appaltante sia per la tutela e trasparenza della legalità in materia di appalti, che per il risparmio economico, una condizione di non poco rilievo per un Comune il cui bilancio versa in una situazione deleterea. Il Dott. Romano è una figura di primo piano nella società Cerignolana. Mi sarei aspettato una sua candidatura a Sindaco. Tuttavia credo che, anche… Leggi il resto »

error: Marchiodoc.it ®
1
0
Commenta questo articolox
()
x