Razzo cinese in caduta, escluso impatto in Italia

Sulla base degli ultimi dati forniti dalla Agenzia Spaziale Italiana (ASI) al tavolo tecnico che ha seguito il rientro incontrollato in atmosfera del secondo stadio del lanciatore spaziale cinese “Lunga marcia 5B” è possibile escludere la caduta di uno o più frammenti del detrito spaziale sul nostro territorio.

Il Capo Dipartimento della Protezione Civile, in accordo con ASI e con gli altri partecipanti al tavolo, ha pertanto dichiarato concluse le attività operative, chiudendo il Comitato Operativo che era attivo in stretta reperibilità e ringraziando tutte le componenti del Sistema Nazionale di Protezione Civile, i partecipanti al tavolo tecnico e le regioni direttamente interessate per l’impegno e l’attenzione profusi in questi giorni. 

Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà a seguire attraverso la Sala Situazione Italia, in stretto raccordo con l’Agenzia Spaziale Italiana, il rientro sulla Terra fino alla conclusione dell’evento.

La Puglia era tra le regioni considerate a “rischio” per quanto riguarda l’impatto dei frammenti sulla terra. L’area sulla quale è avvenuto il rientro è stata più volte riconsiderata in queste ore: prima nel Nord Atlantico, poi nel bacino del Mediterraneo. Ma il punto di atterraggio è stato un altro.

Il secondo stadio del razzo cinese Lunga Marcia 5B è rientrato nell’atmosfera sull’Oceano Indiano, in un’area vicina alle isole Maldive. Lo ha reso noto l’ufficio per il volo umano dell’agenzia spaziale cinese Cnsa. Il rientro è stato confermato anche dai dati del Comando di Difesa Aerospaziale del Nord-America (Norad).

0 0 votes
Article Rating
5 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Temistocle
4 mesi fa

Leggasi bene.
Rientro incontrollato.
Come il virus incontrollato uscito da dove tutti sappiamo…..
Queste m..de stanno rovinando il mondo, e nessuno li ferma,anzi mezzo mondo si inchina pure a questi dittatori che calpestano tutto e tutti.

Artemide
4 mesi fa
Reply to  Temistocle

Fermarli non è più possibile, rutto il mondo occidentale importa dalla Cina qualsiasi manufatto.
Sono i padroni del mondo già da tempo e questo grazie alla nostra smania di consumismo sfrenato.
La colpa è dell’Occidente senza se e senza ma!

Temistocle
4 mesi fa
Reply to  Artemide

Esatto , moriremo inondati dalla cacca cinese , poveri a noi.
A meno che non intervenga uno scatto d’orgoglio occidentale tale da capovolgere le sorti.
L’Europa è flaccida e dormiente e prona a entrambe le potenze.
Ahimè!

Michele
4 mesi fa

Dai commenti si capisce subito che non siete informati bene sulla Cina. La Cina negli anni è stata colonizzata dagli inglesi prima e dai americanich dopo, oltre a tutti gli altri staterelli che la vogliono sfruttare per la bassa manodopera e le paghe da fame, pochi dollari al giorno, per molte ore lavorative. Risultato oggi, la Cina con il tempo ha capito che farsi sfruttare per non dire peggio, non era più possibile. Cosa ha fatto la Cina per sbarazzarsi di chi l’ha sfruttata e schiavizzata in questi anni? Semplice Ha imparato a fare tutto quello che gli stranieri gli… Leggi il resto »

Temistocle
4 mesi fa
Reply to  Michele

Restano comunque tiranni , calpestano i diritti umani.
Mangiano pipistrelli ecc… e vedi le conseguenze.
Liberassero il Tibet tanto per cominciare.

error: Marchiodoc.it ®
5
0
Commenta questo articolox
()
x