Trent’anni di solitudine: ecco com’è oggi l’Interporto di Cerignola | VIDEO

Trent'anni di solitudine: ecco com'è oggi l'Interporto di Cerignola | VIDEO

Trent’anni di solitudine: così si presenta oggi l’interporto di Cerignola. Anni di degrado e saccheggio, come testimoniano le relazioni periodiche della Ofanto Sviluppo, che gestiva la struttura. Perfino una gru si è introdotta all’interno del centro intermodale per asportare quadri elettrici, strutture in ferro. Nato negli anni 90, l’interporto avrebbe dovuto essere motore di sviluppo, invece è stato condannato all’oblio.

Concepito nel 1995, durante il primo mandato di Salvatore Tatarella, l’interporto era considerato un “volano di sviluppo e di economia” ma non ha prodotto alcun posto di lavoro se non per i presidenti, consulenti e consigli di amministrazione succedutisi negli ultimi vent’anni e recentemente liquidati dalla Ofanto Sviluppo ormai sull’orlo del tracollo. L’intera struttura, costata oltre 50 miliardi di vecchie lire, è stato un vero e proprio punto interrogativo nella storia della politica locale, perché ogni amministrazione comunale, di ogni orientamento e colore, non è mai riuscita a metterlo in moto. Di contro, però, è stata intensa l’attività di saccheggio della struttura, con furti periodici che hanno ridotto l’intero interporto a poco più di uno scheletro.

 Così come sono stati inutili i tentativi di rianimazione: ogni procedura di vendita, di cessione o di fitto è naufragata per ragioni diverse. Ci aveva provato Matteo Valentino con la Leomat, poi ci ha riprovato Antonio Giannatempo tentando un accordo con la società Vasas; poi ancora Salvatore Tatarella, firmando un protocollo d’intesa con il “gemello” di Forlì; infine Metta affidando la gestione agli imprenditori Masiello e De Sortis. Risultato identico in tutti i casi: l’interporto è risultato “inaccessibile”.

In quali condizioni si trova adesso.   

LEGGI ANCHE:


0 0 vote
Article Rating
1 Comment
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Claudio
3 giorni fa

Questo è il fallimento di tutta la politica di tutti i colori e a qualsiasi livello . Sperpero di denaro pubblico appartenente a tutti noi.
Chiedete scusa a tutti almeno.

error: Marchiodoc.it ®
1
0
Commenta questo articolox
()
x