L’interporto di Cerignola, immondezzaio per 30 anni e chi dovrebbe tacere oggi parla

L’interporto di Cerignola, immondezzaio per trent’anni (e chi dovrebbe tacere parla)

IL PUNTO


di Michele Cirulli


La notizia della vendita dell’interporto per una cifra che si aggira intorno ai due milioni di euro ha creato dibattito. I punti oggettivi sono due: “il volano di sviluppo” non è mai partito e fino ad oggi la politica ha trattato il centro intermodale come immondezzaio, o ha tentato di farlo.

Nel 2014 Elena Gentile ha avallato l’opzione interporto-centro smistamento rifiuti proposto da Ferrovie del Gargano, che avrebbe voluto portare l’immondizia dell’ARO 5 (area Gargano) presso la discarica Forcone Cafiero ma passando per l’Interporto. Questa operazione avrebbe permesso ai comuni garganici di dimezzare i costi di trasporto e di dare una qualche utilità al centro intermodale cerignolano ormai in disuso. Solo l’opposizione netta dell’allora sindaco Giannatempo (“dovranno passare sul mio cadavere”) permise di far saltare il progetto. Gentile, nel frattempo era diventata europarlamentare e tra le sostenitrici del progetto di Ferrovie del Gargano (“Ho incontrato l’assessore regionale Giannini per rappresentargli la necessità di rendere compatibile il piano regionale del trasporto dei rifiuti su rotaia con una struttura già realizzata che ha comportato investimenti copiosi a carico della comunità europea e dei bilanci dei comuni interessati”).

La “struttura già realizzata” era appunto l’interporto. Poi la proposta è stata di spostare il centro di stoccaggio rifiuti a cento metri dall’interporto, presso la stazione: ma solo per aggirare l’ostacolo rappresentato dall’amministrazione comunale di Cerignola retta da Giannatempo e dare comunque avvio a quel progetto che sembrò “un regalo della regione Puglia a Ferrovie del Gargano”.

Oggi Gentile ciancia di riabilitazione politica, dopo che proprio questa vicenda l’aveva fatta soccombere giustamente da un punto di vista politico ed elettorale e non vuole che presso l’interporto, magari, ci finiscano i rifiuti: “Conserverà la finalità per cui era stata progettata cioè piattaforma logistica per l’agroalimentare o diventerà altro magari una piattaforma per i rifiuti”, chiede l’ex europarlamentare dimenticando forse di essere stata tra i primi a invocare “la necessità di rendere compatibile il piano regionale del trasporto dei rifiuti su rotaia” con l’interporto stesso. Per non parlare dei dieci anni che Gentile ha trascorso in Regione Puglia: cosa ha fatto per impedire il fallimento della Ofanto Sviluppo? Cosa ha fatto per rilanciare il centro?

Ma che non ci fosse alcuna visione strategica su quella struttura ubicata in zona industriale, è dato anche da quanto capitato nel luglio del 2018, quando il tracollo di SIA srl comportò un’invasione di rifiuti in strada e l’allora sindaco Metta decise di conservare 800 tonnellate di immondizia proprio nella struttura ubicata in zona industriale, poi sequestrata dal NOE dei carabinieri.  Il volano di sviluppo è diventato un immondezzaio grazie a questa classe politica e alla precedente (il centrodestra ha governato quasi in esclusiva in 30 anni) che non ha mai saputo cosa fare di quell’oggetto misterioso. Oggi passa al privato, data l’incapacità di trovare una strategia di intervento in “soli” 30 anni. E parlano pure.

Michele Cirulli


0 0 vote
Article Rating
4 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Nome
4 giorni fa

La storia è storia hai voglia i politici a dire il contrario

Chiedo
3 giorni fa

Per capire..qui sono sotto accusa tutti i politici di qualunque colore politico o solo il centro destra?
Non mi è chiaro e non vorrei azzardare ipotesi così “ad cappellam”
Che qualcuno di buon cuore mi faccia capire, grazie infinite.

Claudio
3 giorni fa
Reply to  Chiedo

Secondo me è tutta politica che ha fallito , sia essa di destra, sinistra o centro. Non un posto di lavoro ha generato ,bensì solo posti penso ben pagati per presidenti commissioni ecc… La politica tutta ha fallito. E tutti quanti dovrebbero inginocchiarsi e chiedere scusa per i loro egoismi, giochi di potere, incapacità a far fruttare un bene costruito con soldi pubblici , e quindi di tutti. Certo oggi ritrovarselo svenduto per due lire,ad un privato fà proprio piangere. Come spiegarlo a tutti i giovani nati giusto 30 anni fà, e che oggi migrano altrove per trovare lavoro? Il… Leggi il resto »

X chiedo
3 giorni fa
Reply to  Chiedo

è evidente che è riferito a tutti centrodestra centrosinistra e civici!

io almeno ho capito così

error: Marchiodoc.it ®
4
0
Commenta questo articolox
()
x