Natale, 80 mila euro per le luminarie: è polemica

marchiodoc_luminarie natale




“Tenuto conto del periodo di emergenza sanitaria per epidemia da Covid 19 che sta imponendo una riduzione drastica delle relazioni sociali con conseguenti ripercussioni sulla rete economico sociale per le imprese ed i singoli cittadini, oltre che psicologiche a causa dell’alto livello di stress generato dalla paura del contagio, sempre più frequente;

Ricreare il clima natalizio per aiutare le attività in difficoltà colpite dal Coronavirus. Sono queste le motivazioni che hanno spinto la Commissione prefettizia a deliberare l’impiego, assai discusso in città, di 80 mila euro per le luminarie natalizie.  

Le premesse stanno tutte nel “periodo di emergenza sanitaria per epidemia da Covid 19 che sta imponendo una riduzione drastica delle relazioni sociali con conseguenti ripercussioni sulla rete economico sociale per le imprese ed i singoli cittadini, oltre che psicologiche a causa dell’alto livello di stress generato dalla paura del contagio, sempre più frequente”.





Per questo dal comune si ritiene “opportuno nel periodo natalizio creare l’atmosfera tipica delle festività rendendo più suggestive le zone principali della città attraverso la sola illuminazione ed evitando altre forme di festeggiamento che determinano forme di assembramento”.

DAll’8 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, quindi, la città di addobberà a festa con l’installazione delle luminarie di proprietà comunale nelle vie centrali della città (Via Roma, Corso Aldo Moro, Viale Roo-sevelt, Corso Gramsci, Corso Garibaldi e Via Bologna); il noleggio e posa di un albero di Natale dell’altezza minima di 13 mt riccamente addobbato in Piazza Duomo, dove è ubicata la Cattedrale; il noleggio e installazione di luminarie nel Centro e nella villa comunale; il noleggio e installazione dell’impianto di diffusione musiche natalizie lungo il corso cittadino e nel centro storico. Il tutto costerà alle casse comunali 80 mila euro.

La città si divide tra i favorevoli, che reputano giusta la prosecuzione di una sorta di normalità – pur limitata da regole anticontagio, e chi invece reputa una forzatura inutile l’impiego di tanto denaro mentre si va spediti verso il lockdown. Quei soldi, è la tesi, potrebbero essere utilizzati per altro. Come ad esempio sta succedendo in altri comuni italiani, che “spengono” il Natale.





0 0 vote
Article Rating
4 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Claudio
21 giorni fa

Abbelliamo il centro e va bene, e le zone più lontane dal centro come la mia che fanno ? Stanno a guardare ? La spesa di 80 mila euro mi pare un pò eccessiva sono pur sempre 160 milioni delle vecchie lire. Non faccio l’avvocato difensore di nessuno , ma immagino che se l’avesse fatto la decaduta amministrazione sarebbero piovute una pioggia di polemiche. Viviamo in un periodo di emergenza e la sobrietà deve essere la regola. Quei soldi andavano impiegati per i bisognosi e i poveri veri della nostra città. Agli abitanti del centro sarebbe bastato esporre ognuno un… Leggi il resto »

Maurizio
20 giorni fa
Reply to  Claudio

aspettati commenti aspri e contrari al tuo.
Su questa testata o scrivi pro sinistra e commissione o sei un nemico da abbattere, come solitamente fanno da decenni;
Se lo avesse fatto Metta lo avrebbero sbanato, accusandolo di ogni abominio; l opposizione avrebbe fatto partire denunce alla Corte dei Conti, lapidazione nella pubblica via ed infine al rogo.
Invece.. silenzio assoluto, tutti buoni buoni a cuccia, zitti e mosca..
Evviva il partito del popolooooooo
P.S. ….vi aspetto…

Onofrio
20 giorni fa
Reply to  Claudio

Ma con l’amministrazione Metta le luminarie le mettevano vicino casa tua e nelle periferie? Ti sei documentato quanto era la spesa per le luminarie di Natale della vecchia amministrazione ? Ti assicuro molto ma molto di più !!!

Claudio
20 giorni fa
Reply to  Onofrio

Però le tasse le paghiamo ugualmente.
Purtroppo le nostre periferie sono una piaga atavica.
Comunque anche quando cantava la cicogna facevano solo propaganda elettorale dicevano che avrebbero trasformato le periferie meglio del centro, e ci sono i filmati per gli smemorati.
Adesso stiamo peggio di prima.
Delle periferie ci si ricorda solo nel periodo elettorale.
Al prossimo giro la scheda elettorale la userò per altro….

error: Marchiodoc.it ®
4
0
Commenta questo articolox
()
x