Coronavirus, nonna Diana torna a casa ad Ascoli Satriano



Torna a casa il paziente 1 di Capitanata. La signora Diana, ascolana di 74 anni, la prima contagiata da Coronavirus in provincia di Foggia, è stata dimessa poche ore fa dal Policlinico Riuniti di Foggia, dove era ricoverata dal 3 marzo scorso. L’ultimo tampone è risultato positivo, ma le condizioni di salute hanno spinto i sanitari a firmare le dimissioni: adesso nonna Diana dovrà osservare ulteriori quattordici giorni di quarantena per poi effettuare l’ultimo tampone.

Nessuna cura specifica, dopo l’erogazione in ospedale di antivirali e antibiotici. Solo riposo e isolamento per altre due settimane, prima di completare l’iter e tornare alla normalità. La donna non ha più sintomi influenzali, né tosse e né quella lieve febbricola che per 17 giorni l’ha costretta al ricovero presso il reparto di Malattie Infettive del Policlinico foggiano.



Buone notizie anche per i familiari: in 25, che con la signora Diana avevano avuto stretti contatti, erano stati messi in quarantena domiciliare, ma terminate le due settimane di isolamento nessuno ha presentato sintomi da contagio. Così come è stato dimesso, ieri, il fratello della signora Diana, che da Soresina era arrivato ad Ascoli Satriano per tre giorni di visita: una volta avvertiti i primi malori, l’uomo era risalito in Provincia di Cremona, dove gli era stata diagnosticata l’infezione da CoVid-19. Anche lui è stato dimesso (ieri) e le sue condizioni di salute sono più che buone.

Michele Cirulli



0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x