SIA, è la fine (annunciata): il 30 ottobre verso la liquidazione


Impianti SIA

Il 30 ottobre sarà scritta la parola fine su SIA srl. Troppi i debiti ricaduti sulla società che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti per conto dei comuni di Cerignola e dei Reali Siti e, dunque, nella prossima riunione di fine mese si stabilirà la messa in liquidazione (annunciata da 4 anni) della ditta.



Impossibile per i comuni, come ampiamente preannunciato, poter ricapitalizzare la società con un’iniezione di liquidità che sarebbe gravata ancora una volta sui cittadini. La mancata attivazione degli impianti, insieme al no convinto dell’ex presidente Metta alla costruzione del VI Lotto, hanno scaraventato la SIA nel baratro.

E’ questo quanto emerso dall’incontro tenutosi questa mattina tra i sindaci dei Reali Siti e il commissario Umberto Postiglione, subentrato a Metta dopo lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazione mafiose. Anche il piano economico presentato per accedere al concordato preventivo in continuità è stato bocciato, poiché non aderente al reale stato debitorio del carrozzone dei rifiuti. Esito drammatico per la società dei rifiuti e per i circa 200 dipendenti rimasti senza alcun piano B.



0 0 vote
Article Rating
4 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Ferdinando
1 anno fa

Ma vi rendete conto del danno fatto da sto cialtrone di presidente del cazzo a non volere dal primo momento il vI lotto?
Cari dipendenti della Sia avete tutta la nostra solidarietà,ma non servirà a nulla
Speriamo per voi,ma soprattutto per noi che potremmo restare seppelliti di rifiuti nei prossimi giorni, che si trovi una soluzione a questo possibile dramma causato da un PdM nostrano

poveri voi
1 anno fa

è tutto assurdo si sapeva dal 2015 che la sia sarebbe fallita se non facevano il VI lotto

e oggi i dipendenti si meravigliano…di cosa si meravigliano?

Siani
1 anno fa

Yak… E mo domani diranno che è colpa dei commissari che in 24 ore hanno fatto fallire la sia… Che peccato che città sventurata

Francesca
1 anno fa

Ecco i nodi che vengono al pettine ma cari amici la cosa triste è un altra:
nonostante questo sia stato praticamente smascherato c’è ancora chi lo difende ad oltranza.
Allora Cerignola merita di stare nella me….si o no? Io credo di si, visto che, giusto per dirne uno, ancora nessuno scende in piazza e si decide a protestare, allora sai che c’è?
CHI E’ CAUSA DEL SUO MAL PIANGA SE STESSO amici miei, il resto sono chiacchiere al vento. Ciao.

error: Marchiodoc.it ®
4
0
Commenta questo articolox
()
x