Valanghe di segnalazioni: Cerignola brucia


L’aria si fa irrespirabile e sono decine le segnalazioni per quei roghi che continuano ad ammorbare la città. Tutta l’estate è trascorsa così, tra nubi e cattivo odore, con fette di popolazione barricata in casa per non lasciare entrare il tanfo. Con l’autunno le previsioni non migliorano, perché il numero di roghi sparsi e di rifiuti incendiati pare non diminuire.



Attraverso i social viene fuori una mappa precisa degli incendi di rifiuti. Francesco scrive: “si sente ancora forte l’odore di bruciato dopo 3 giorni perché nottetempo alcuni hanno incendiato i contenitori per lo stoccaggio temporaneo dei cartoni ed il fumo è fluito all’interno del supermercato. Stasera, torno a casa e nell’aria si sente forte il puzzo di bruciato, in giro c’è sempre qualcosa che brucia. Questa è la nostra città o la città di Nerone?”. Non è l’unico. Le segnalazioni sono incessanti, come le proteste.

“Servono controlli nelle campagne, è lì che bruciano”, suggerisce un utente. “Ci fanno morire così”, è il pensiero condiviso. Eppure nulla si muove. I rifiuti vengono bruciati, ma non ci sono responsabili.

La settimana scorsa i sindaci dei Reali Siti sono stati ricevuti dal Prefetto di Foggia, Raffaele Grassi, per trovare strategice condivisa rispetto al fenomeno. Raccogliendo, tra l’altro, l’invito fatto dal sindaco di Stornarella. A cui Cerignola non ha aderito.



0 0 vote
Article Rating
2 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
ANDREA
10 mesi fa

Altro che infiltrazioni mafiose! Qui la vera Mafia sta nell’inquinamento ambientale. Invece di perdere tempo e risorse economiche nella ostinata caccia ai fantasmi, bisognerebbe che, inquirenti, forze di polizia, in sinergia con l’Arpa presidiassero le zone extra urbane della città, per stanare i criminali che inquinano l’ambiente, e magari risalire ai proprietari dei terreni ed agli industriali, responsabili a monte dei fatti delittuosi, per poi punirli severamente.

Ferzan
10 mesi fa
Reply to  ANDREA

Uno non esclude l’altro
(rassegnatevi ormai v’ann fatt)

error: Marchiodoc.it ®
2
0
Commenta questo articolox
()
x