Una corsa per pulire la città : a Cerignola parte il ‘plogging’ in via San Marco

AmbientiAmo Cerignola lancia la corsa per pulire l’ambiente. Si chiama “”plogging”” ed è una pratica nata in Svezia: prevede infatti che i podisti che si imbattono in bottigliette e rifiuti durante il percorso le raccolgano conservandole in appositi contenitori per poi smaltirli o differenziarli. Il plogging è nato a Stoccolma nel 2017 e si è sviluppato in diversi Paesi europei.

La declinazione cerignolana proposta da AmbientiAmo è individuata nel percorso di via San Marco, dove centinaia di sportivi si radunano quotidianamente per completare l’intero giro di circa 7 km, a piedi o in bicicletta.

“”L’iniziativa andrà  avanti. Per il momento ci stiamo concentrando soltanto sulle bottigliette, poi sui mozziconi di sigaretta. Chiediamo infatti ai podisti di raccogliere con i guanti, correndo, il maggior numero di bottiglie. Per questa volta c’è anche un piccolo premio in palio””, dice Fabio D’Imperio, presidente dell’associazione ambientalista.

La risposta sembra essere positiva: “”Stiamo contattando e coinvolgendo anche le altre associazioni ambientaliste e le associazioni sportive che esistono sul territorio. Nel nostro piccolo possiamo fare grandi cose per l’ambiente””, conclude D’Imperio. Il percorso “”San Marco”” è uno dei più battuti dai podisti, ma allo stesso tempo è uno dei più sporchi: quel tratto di campagne, infatti, durante la notte è completamente preso d’assalto da auto in sosta, i cui proprietari depositano a terra bottiglie, plastiche, cartoni durante il bivacco.

Michele Cirulli

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Commenta questo articolox
()
x