VIDEO | Gli studenti dell’Agrario non mollano: “”Fermeremo lo scempio””

Dopo l’inaspettato ed invGli studenti dell’Agrario non mollano: “”Fermeremo lo scempio””Gli studenti dell’Agrario non mollano: “”Fermeremo lo scempio””Gli studenti dell’Agrario non mollano: “”Fermeremo lo scempio””Gli studenti dell’Agrario non mollano: “”Fermeremo lo scempio””Gli studenti dell’Agrario non mollano: “”Fermeremo lo scempio””Gli studenti dell’Agrario non mollano: “”Fermeremo lo scempio””olontario autogol dell’associazione Apulia Mater, che ha presentato il ricorso al TAR senza avere le credenziali per farlo, gli studenti dell’istituto Agrario si mettono “”in proprio”” e vanno avanti in solitaria per la salvaguardia dell’Istituto Agrario.

Il progetto di alienazione prospettato dall’amministrazione Metta, che nello storico istituto ci costruirà  un Palazzetto dello Sport ed un supermercato, proprio non piace agli studenti che nonostante il Tar proseguono la loro lotta rispetto alla “”ingiusta decisione assunta””.

“”La nostra educazione ci ha fatto sopportare addirittura le offese e gli insulti gratuiti da parte del primo cittadino di Cerignola che ci ha definiti “”sfaccendati”” e che, nella sua trasmissione domenicale in radio ha osato dire: “”Che c…o se ne devono fare alla scuola agraria di 20 ettari di terra?””, ricordano dal Pavoncelli. I rappresentanti di istituto hanno inoltre chiesto ed ottenuto l’appoggio delle altre scuole di Cerignola nell’azione dimostrativa di occupazione dei terreni.

“”Alle Istituzioni del territorio e ai cittadini di Cerignola di difendere la Storia e la Cultura della Nostra Terra stando al nostro fianco nelle azioni che intendiamo intraprendere. Il cuore del problema rimane irrisolto: privilegiare la Cultura e la Formazione delle giovani generazioni oppure favorire un improbabile sviluppo a favore di pochi soggetti?””, si chiedono gli studenti.

“”Noi siamo dalla parte della Cultura e per la difesa della scuola più antica di Cerignola e autenticamente rappresentativa della vocazione agricola della nostra città . Siamo pronti a diventare una barriera umana per fermare questa “”invasione barbarica”” e a riproporci in presidio permanente coinvolgendo tutte le forze culturali, sociali, scolastiche e politiche contrarie a questo scempio””, concludono.
Se non riesci a guardare il video CLICCA QUI

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x