Screening mammografico avviato: al Tatarella il 22% delle donne

Il cancro della mammella è il primo tumore per frequenza tra le donne in Italia. Fino ad oggi, in Capitanata, la prevenzione di questo temibile tumore è stata affidata alla sensibilità  delle donne e alla buona volontà  degli operatori sanitari coinvolti nella promozione di controlli senologici periodici (il cosiddetto “”screening spontaneo””).

I dati dell’indagine nazionale sui fattori comportamentali di rischio e sui programmi di prevenzione delle malattie croniche nella popolazione adulta hanno rilevato che, tra il 2011 e il 2014, il 50% delle donne in età  target aveva effettuato una mammografia ogni due anni (rispetto al dato medio pugliese del 63%), prevalentemente pianificando il proprio percorso di prevenzione in autonomia o con il supporto del medico di medicina generale.

Programma

Dal 26 gennaio 2017 il Servizio aziendale Screening, Struttura in staff alla Direzione Generale, sta invitando le donne della provincia di Foggia tra 50 e 69 anni di età  ad effettuare una mammografia preventiva gratuita, senza bisogno dell’impegnativa del medico curante, presso i Centri di Senologia della ASL Foggia.

Il programma è diventato operativo il 20 febbraio scorso con appuntamenti calendarizzati.

Metodologia

Ogni mese parte un predeterminato numero di inviti. Le donne sono selezionate di volta in volta da tutti i comuni della provincia di Foggia in maniera proporzionale, in modo da assicurare una uniformità  di chiamata sul territorio aziendale, nel rispetto del principio di equità  di accesso alle cure.

Il primo gruppo di donne convocate è di 1.750. Per loro le mammografie sono state calendarizzate sino a fine marzo.

La lettura dell’esame è affidata a due senologi contemporaneamente: il controllo incrociato assicura la certezza dell’esito.

Nella maggior parte dei casi, la mammografia non evidenza alterazioni indicative di un tumore maligno. L’esito è negativo (assenza di lesioni tumorali) anche in presenza di eventuali patologie benigne come cisti, fibroadenomi, asimmetrie ghiandolari e calcificazioni.

Se i risultati risultano nella norma, il mese successivo le donne esaminate ricevono comunicazione scritta per posta. In caso di risultato positivo o dubbio, il personale della Segreteria Aziendale Screening contatta telefonicamente coloro che dovranno effettuare ulteriori accertamenti diagnostici, anche essi gratuiti.

I centri di riferimento

Lo screening mammografico nella provincia di Foggia viene effettuato presso i seguenti centri:

Sede

Unità  di Senologia

Indirizzo

San Severo
P.O. “”T. Masselli Mascia””

Servizio Ospedaliero
di Senologia

Viale II Giugno

Foggia
Distretto Socio-Sanitario

Servizio Distrettuale
di Senologia

Piazza Della Libertà ,1

Cerignola
P.O. “”G. Tatarella””

Servizio Ospedaliero
di Senologia

Via Trinitapoli

Manfredonia
P.O. “”S. Camillo De Lellis””

Servizio Distrettuale
di Senologia

Via Barletta

Manfredonia
P.O. “”S. Camillo De Lellis””

Servizio Ospedaliero
di Senologia

Via Isonzo

Lucera
Plesso “”F. Lastaria””

Servizio Ospedaliero
di Senologia

Viale F. Lastaria

Torremaggiore

Servizio Distrettuale
di Senologia

Via Salvatore Ciaccia,1

DATI DI ATTIVITà€ DELLO SCREENING DAL 20 FEBBRAIO AL 13 MARZO 2017

SERVIZIO

Inviti

Mancati
recapiti

Sospensione per mammografia
recente

Esclusione
per tumore documentato

Aderenti

Aderenti in %

San Severo
Servizio di Senologia Ospedaliero

156

6

6

0

38

24.4%

Manfredonia
Servizio di Senologia Distrettuale

210

0

22

36

15.5%

Manfredonia
Servizio di Senologia Ospedaliero

105

0

5

0

7

6.4%

Foggia
Servizio di Senologia Distrettuale

198

1

16

2

47

21.9%

Torremaggiore
Servizio di Senologia Distrettuale

59

0

3

0

11

17.7%

Lucera
Servizio Ospedaliero
di Senologia

64

1

3

0

16

24.2%

Cerignola
Servizio Ospedaliero
di Senologia

202

0

14

0

49

22.7%

Totale

994

8

69

2

204

19.3%

Prevenzione del tumore della cervice uterina

Prosegue energicamente, intanto, l’impegno della ASL Foggia anche nella prevenzione del tumore della cervice uterina: negli ultimi due anni sono state invitate allo screening 52.550 donne tra 24 e 65 anni.

Di queste, 15.500 hanno effettuato un pap test e 250 un approfondimento diagnostico, 120 sono state trattate precocemente per una lesione pre-cancerosa o per un tumore di piccole dimensioni.

Screening + Vaccinazione delle giovani donne

La ASL Foggia, inoltre, pilota il progetto “”Screening + Vaccinazione delle giovani donne””.

A partire da marzo 2015 sono state invitate 7.400 ragazze venticinquenni (oltre l’85% della popolazione di giovani donne in quella fascia di età ).

Di queste, 1.100 hanno eseguito un pap test e 330 sono state vaccinate.

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x