L’assalto alla diligenza 2.0. Agguato alla Marozzi, rapinati i passeggeri

E’ il nuovo assalto alla diligenza, la rivisitazione della tecnica in voga nei film western. Le rapine a Cerignola ormai seguono lo stesso schema, che si tratti di automobili, tir o addirittura pullman. Stanotte, infatti, intorno alle ore 2.30, due persone hanno assaltato un autobus della Marozzi, proveniente da Taranto, mentre transitava per il centro ofantino in direzione Roma.

 

La tecnica paramilitare è quella a cui ormai ci si è abituati da tempo. Quattro uomini, a bordo di due automobili, hanno affiancato e bloccato il pullman: incappucciati, si sono introdotti all’interno terrorizzando gli oltre passeggeri e rapinandone una decina. Il tutto si è svolto in pochi minuti, fino a quando i malviventi hanno abbandonato il mezzo Marozzi con cellulari e portafogli.

E’ tutt’altro che un caso o un’azione isolata. Basti pensare alle decine di furti d’auto avvenuti con le stesse modalità  sulla SS16 (e 16bis). Soprattutto per quanto concerne le vetture di grossa cilindrata, oggi ci si deve scordare di spadini, centraline, attrezzi per lo scasso. I criminali affiancano la vittima sulla strada, la minacciano con pistole o kalashnikov e la invitano a lasciare l’automobile e cellulare, in modo da non poter chiamare le forze dell’ordine.

E a quanto pare questo stratagemma inizia a fiorire anche nel centro abitato. Individuata l’auto da derubare, i malviventi seguono lo sfortunato puntandogli contro una pistola per ottenere il bottino. E’ il nuovo assalto alla diligenza, che fa il paio con i più noti e cruenti assalti ai portavalori svolti con manovre paramilitari esportate in ogni angolo di Italia.
 
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x