Idee e proposte per il “”Palazzo dei Saperi””, come cambia il vecchio Tribunale

Si sono concluse le prime due giornate di ascolto promosse da Impact Hub Bari, nel quale i numerosi giovani e meno giovani accorsi hanno discusso in piena libertà  sulla realizzazione del nuovo polo di aggregazione giovanile da aprire presso la sede in disuso dell’ex Tribunale cittadino.

 
Molte e variegate le proposte emerse durante i due incontri, tenutisi il 4 e il 7 aprile e organizzati dal coworking barese, tra le quali particolarmente ben accolte sono state quelle legate alla tutela e all’educazione dell’infanzia, tenendo presente la  consistente fetta di popolazione infantile che si aggira sulle 10.000 unità .
Giovanissimi ma anche gli adolescenti finiti sotto la lente dei partecipanti, con proposte di istituire centri di orientamento post-scolastico e wi fi gratuito. Per la prima volta, è stato compiuto un significativo passo per mettere in relazione le organizzazioni e gli enti cittadini sparsi per tutto il tessuto di Cerignola, fino a questo momento rimasti in solitudine se non in competizione fra loro.

Il nuovo Polo dei saperi ingloberà  la biblioteca comunale ed entrerà  nel circuito delle grandi biblioteche provinciali, e fornirà  spazio per gli uffici delle organizzazioni giovanili e di volontariato. Precisa volontà  del progetto è dotate l’edificio di una piattaforma digitale al passo coi tempi e funzionale alle esigenze dei nativi digitali.

A patrocinare i due eventi per conto della Giunta comunale l’assessore alle Politiche Giovanili e allo Sport Carlo D’Ercole, il quale ha commentato : Sono particolarmente grato a tutta la giunta per aver creduto ed approvato all’unanimità  Biblionav. Un progetto che rappresenta una prima assoluta a Cerignola, in quanto vedrà  la partecipazione dei giovani in tutte le fasi della sua realizzazione. Saranno loro a creare la nuova biblioteca e saranno loro a costruire il ˜Palazzo dei saperi’, ma saranno soprattutto loro ad utilizzare gli spazi dell’ex tribunale. Questo progetto non è solo una grande iniziativa culturale, ma rappresenta un importante passo avanti per far sì che nei giovani di Cerignola cresca e si sviluppi un senso sempre più alto di appartenenza ad una comunitࠝ.

Forte dell’investimento iniziale di 100.000 euro sbloccati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, il progetto entrerà  nella fase di gestione già  da mercoledì 18 aprile, a partire dalle 15, in preparazione ai tre giorni di presentazione al pubblico previsti entrò maggio.
Enrico Frasca
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x