Le imprevedibili traiettorie della coincidenza e la parentopoli in Comune

Quando la fortuna ci si mette fa davvero cose incredibili. Ad esempio a Cerignola, nella patria di Franco Metta al governo col motto del Cambiamento, il destino ha voluto creare una parentopoli che di certo imbarazzerà  chi, sui palchi o nelle piazze, in campagna elettorale, dava la caccia ai raccomandati e alle clientele senza concedere alibi.

 
Non è trascorso neanche un anno da quando l’allora aspirante sindaco informava che E’ iniziata la campagna elettorale degli altri. Con le assunzioni in Sanità  Service. Con i fitti dei mega palazzi in Foggia. Con i bandi. Gli appalti perchè Per loro puntare sul consenso dei cittadini è impossibile. Ci provano con le clientele, i soldi degli amici ricchi, con il triste armamentario che ben conosciamo, che la partitocrazia ha sempre utilizzato al fine di garantirsi la sopravvivenza.
A sorridere, oggi, sono conviventi, consiglieri comunali, parenti prossimi  baciati dalla fortuna e dalle imprevedibili traiettorie della coincidenza. Gli ultimi bandi e le ultime assegnazioni di incarichi del comune di Cerignola hanno fatto discutere poco anche per colpa di una stampa distratta, ormai relegata a semplice megafono online o su carta stampata.

Villa comunale. L’appalto è strano, sin da subito, perchè viene cambiato in corsa. Per l’assessore Zamparese si tratta di una svolta perchè è un vero e proprio investimento dell’amministrazione per la riqualificazione di uno spazio verde di centrale importanza per tutti i cittadini. L’appalto sembra sin da subito essere fuori mercato: 50 mila euro annui per garantire il ripristino del parco giochi (che sino ad oggi è costato 10 mila euro dopo ogni vandalizzazione), il servizio di guardiania, il servizio bagni pubblici, la manutenzione ordinaria e straordinaria. Non a caso alla gara si presenta solamente una ditta: Cerignola Progresso di Valentina Compierchio, suocera del consigliere comunale mettiano Vincenzo Erinnio. E soprattutto nasce dal nulla: a 10 giorni dalla scadenza dei termini per presentare la domanda, l’8 marzo, prende forma la cooperativa che si occuperà  dei servizi richiesti che avrebbe messo nero su bianco un grande progetto per la gestione di un mega bar all’interno della struttura (che amplierebbe il chiosco già  presente e messo a bando).

Sicurezza¦in cassaforte. A marzo il dirigente del settore polizia municipale, Francesco Delvino, decide di organizzare un convegno sulla sicurezza dal costo di 53 mila euro che prevede la promozione della Gara Nazionale Interforze di Tiro Dinamico Operativo dal giorno 1 al 3 aprile e la realizzazione di un Convegno Nazionale in materia di Sicurezza Urbana dal 11 al 13 Maggio. Una parte del fondo sarà  recuperato da sponsor, mentre 23 mila euro passano dalle casse del comune. Tra gli organizzatori il Club Tiro Dinamico che fa riferimento al consigliere comunale Antonio Bonavita (che ai suoi avrebbe fatto però sapere di aver recentemente rassegnato le dimissioni dalla presidenza). Il tiro al bersaglio è programmato nell’unico poligono cerignolano, gestito proprio da Antonio Bonavita. Proprio in quei giorni il suo gruppo consiliare di riferimento, Capitanata Democratica, sotterrava l’ascia di guerra rispetto al sindaco dopo mesi di martellante opposizione (pur essendo gruppo di maggioranza).

Incarichi legali Sia srl. L’ultimo bubbone scoppiato in casa Cicogna è quello della Sia srl, la società   che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti per conto del Consorzio di cui Franco Metta è presidente in qualità  di sindaco di Cerignola. Il primo cittadino è stato coinvolto in una inchiesta giudiziaria, con annesso avviso di garanzia, per la illecita gestione degli impianti della società  in house, su impulso delle relazioni del nucleo Noe dei carabinieri, che hanno evidenziato criticità  segnalate alla Procura della repubblica in ordine alle condotte di Metta e di altre tre persone (compreso il nuovo direttore generale Michele Centola).  I legali a cui sono stati affidati gli incarichi sono Claudio Venditti, del foro di Lucera, e Paola Tortorella, compagna dell’attuale sindaco che l’ha scelta come avvocato di fiducia e alla quale, ad assoluzione infallibilmente avvenuta,  il Consorzio dovrà  corrispondere l’importo della parcella. Era il 2013 quando la moglie di un assessore fu assunta in una catena di supermercati (prima parlò di Lidl e poi GM) e Metta ravvisò un favoritismo scatenando una cruenta battaglia perchè ritenne che quell’assunzione fosse frutto di conti in sospeso con il Comune di Cerignola. Così diceva a Reddavide:ˆ’assessore ai Supermercati ha debellato la disoccupazione giovanile; sconfitto la disoccupazione femminile. Andrebbe suggerito a Monti per il Ministero del Lavoro, se non fosse per il banale particolare che questi risultati sono stati conseguiti, non rispetto alla platea dei giovani e delle donne disoccupate, ma nell’ambito del proprio cerchio familiare. Adesso vuole le scuse:¦ da me…?.

Michele Cirulli
 
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x