FOTO | Sfrattato Tarantino, l’ira dei Ribellioni

è avvenuto in mattinata lo sfratto di Gerardo Tarantino, attivista dei Ribellioni di Gerardo Bevilacqua, che a novembre scorso ha occupato uno dei locali da tempo abbandonati dell’istituto comprensivo Padre Pio “ Di Vittorio.

 
Stamattina, con uno spiegamento di forze non indifferente (7 pattuglie tra polizia, carabinieri, vigili urbani), Tarantino è stato accompagnato fuori dalla scuola ubicata nel quartiere Fornaci. Con lui, sua moglie e i suoi tre figli di 17, 15 e 14 anni. Sul posto è giunto anche Gerardo Bevilacqua, secondo il quale lo sfratto avvenuto in mattinata e ordinato dal sindaco Franco Metta avrebbe anche una matrice politica, considerata la dura opposizione che i Ribellioni stanno conducendo contro l’attuale sindaco.
Nel frattempo a Palazzo di Città  sono ancora adesso in atto degli incontri per cercare di trovare una sistemazione temporanea per la famiglia Tarantino, che per due mesi, prima di occupare la scuola, ha dormito all’interno della propria automobile. Tra le ipotesi vi sarebbe quella di tornare, per 90 giorni, nella casa (di un privato) nella quale i Tarantino hanno subìto un altro sfratto, poichè morosi, ad ottobre scorso.
La storia: Per due mesi dorme in auto, poi occupa un locale della scuola Padre Pio
{gallery}tarantino{/gallery}
 
 

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x