Grane per Franco Metta: Frisani vuole la sospensione della mensa

La questione mensa non smette di dividere, innanzitutto la maggioranza di Franco Metta che si spacca sulle decisioni da intraprendere sul servizio distribuzione pasti nelle scuole di infanzia e di primo grado. Allo scoperto esce il consigliere Ale Frisani, che contesta i metodi poco chiari della ditta barese proponendo la sospensione dell’erogazione dei pasti, come chiedono i genitori che in questi giorni hanno protestato.

 
Alla base dell’intervento le “”esternazioni contrastanti”” di Sebastiano Ladisa: “”In data 18 Novembre 2015, la Ladisa s.p.a. irrompeva in Consiglio Comunale con un documento, su carta intestata, nel quale tra le altre cose dichiarava: E’ NOSTRA INTENZIONE, SU NOSTRA INIZIATIVA ED A NOSTRE SPESE [¦] TRASFERIRE IL CENTRO COTTURA UBICATO IN ZONA INDUSTRIALE, PRESSO ALTRA SEDE NEI TEMPI TECNICI NECESSARI ED INDISPENSABILI. IL SERVIZIO DA CODESTA SOCIETA’ SARA’ EFFETTUATO CON PROROGA SINO AD AVVENUTA AGGIUDICAZIONE DELLA GARA SULLA BASA DEL CONTRATTO GIA’ IN ESSERE, COSì COME PREVISTO PER LEGGE., spiega il consigliere comunale. Poi, successivamente, in un’intervista apparsa su queste colonne, “”si evince che: Il centro cottura resta dov’è, ne apriremo un altro””. A fronte di queste dichiarazioni di Sebastiano Ladisa, il Consigliere Frisani, “”al fine di dare risposte concrete alla cittadinanza, chiede il motivo di tale cambio di rotta da parte di Ladisa e soffermandosi sulla prima dichiarazione, letta in Consiglio Comunale, vorrebbe sapere dalla Ladisa quali sono i tempi tecnici necessari occorrenti alla stessa per trasferire il proprio centro cottura dalla Zona Industriale””.
Inoltre, continua Frisani, “”accolta favorevolmente l’intenzione di trasferirsi, per quale motivo la Ladisa dovrebbe mantenere il centro cottura in zona industriale e aprirne addirittura un altro? Dal momento che non si sono intese le vere intenzioni di Ladisa riguardo il trasferimento, Frisani propone di sospendere il servizio mensa fino a quando la ditta non trasferirà  definitivamente il centro cottura dalla zona industriale ad altra zona, come detto nella missiva indirizzata al Sindaco. Per risolvere definitivamente la questione, il Consigliere auspica che si possa inserire nel bando l’impossibilità  di gareggiare, per l’aggiudicazione del servizio mensa, per le attività  di servizi di ristorazione ubicati nella zona industriale di Cerignola””, conclude Frisani.
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x