L’agricoltura multifunzionale come opportunità . Il GAL ne parla a Orta Nova

Agricoltura multifunzionale come opportunità  per le imprese e per il territorio. Dei molteplici risvolti di questo tema si è discusso presso l’aula conferenze del Palazzo Ex-Gesuitico di Orta Nova, nella giornata di venerdì 16 ottobre.

 
L’evento è stato organizzato dal GAL Piana del Tavoliere, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e l’Ordine degli Agronomi di Foggia; prevedendo una tabella di marcia che ha ricoperto l’arco di un’intera giornata, con interventi di pareri autorevoli, chiamati ad esporre dinanzi a numerosi interessati e ad una classe dell’istituto ISS. A.Olivetti di Orta Nova. Inoltre, per gli studenti universitari dei corsi di studi in Agraria e per gli iscritti all’albo dei dottori agronomi e forestali, è stato previsto il riconoscimento di crediti formativi in seguito alla partecipazione all’iniziativa.
Nello specifico, durante il workshop tenutosi in mattinata, sono intervenuti Antonio Stea e Valerio Caira, rispettivamente direttore e presidente del GAL. Entrambi hanno sottolineato l’importanza delle iniziative di sensibilizzazione alla salvaguardia delle tradizioni alimentari che caratterizzano il territorio della Capitanata. Conclusasi questa parte introduttiva, sono intervenuti i relatori invitati: Grazia Galante, esperta di cultura popolare e tradizioni enograstronomiche, Antonio Stasi, docente di Economia Politica presso l’Università  degli Studi di Foggia e Salvatore Taronno, vicepresidente di Slow Food Puglia.
L’iniziativa è poi proseguita nel pomeriggio con i contributi della dottoressa Vittoria Russo, che ha parlato delle nuove culture possibili, il dottor Feliciano Stoico che ha esposto sull’utilizzo dei droni e dei nuovi macchinari in agricoltura, Antonio De Maso, Presidente Smile Puglia e la chiusura affidata a Giuseppe Palladino, Vicepresidente della Federazione delle banche di credito cooperativo di Puglia e Basilicata, che ha spiegato le difficoltà  di accesso al credito che incontrano le imprese agricole.
«Bisogna reinterpretare il ruolo dell’agricoltura nel nostro territorio “ ha sottolineato Alessandro Paglialonga, assessore all’agricoltura del Comune ortese, intervenuto durante il dibattito “ non è ammissibile infatti che, nonostante la vocazione agricola del nostro paese, non siamo ancora capaci di attuare una vera e propria differenziazione delle colture agricole. Per questo riscoprirne la multifunzionalità  oggi è fondamentale “ ha continuato “ ma ancor più importante è favorire una sana collaborazione tra i produttori, troppo spesso deficitaria nella nostra realtà  locale».
Francesco Gasbarro
 
 
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x