Invasione topi. Vasciaveo ha le ore contate, Metta dixit

Questione ambiente ancora in primo piano e tema d’apertura nel rapporto alla città  sui tre mesi di attività  di governo per la coalizione di Franco Metta. Ad aprire l’arringa del Cambiamento di domenica mattina l’Assessore all’Ambiente Antonio Lionetti, da tempo sotto i riflettori dell’opinione pubblica a causa dell’invasione di ratti e blatte anche nel centro cittadino.

 
Un’invasione ereditata, spiega Lionetti, dai 10 anni di degrado in cui ha imperversato Cerignola con la scorsa amministrazione, dalle operazioni inadeguate ed inefficienti della Sia, da Elena Gentile che solo ora, e non quando era Assessore alla Sanità  si è ricordata di scrivere alla Asl e dai terreni abbandonati a se stessi.
L’Assessore ha dunque reso noto che 30 lettere di diffida sono già  partite destinate ai proprietari dei terreni incolti per ripulire e recintare gli stessi: se non ripuliscono e recintano partirà  l’ordinanza del sindaco e se non lo fanno lo facciamo noi e addebitiamo a loro sarà  il metodo per mettere fine all’emergenza igienica. Fra i diffidati a ripulire anche l’opificio Tamma. Sulla questione lettere di diffida, arrivano oggi le precisazioni su facebook del Segretario cittadino del Pd Tommaso Sgarro: In data 10 Settembre il Comune ha inviato, a firma della Dirigente Daniela Conte, diffida nei confronti dei proprietari degli ex mulini Tamma per la derattizzazione e bonifica dell’area. Ovviamente questa diffida non è stata oggetto di post… meglio non ammettere che aveva ragione la minoranza… Senza la bonifica delle aree incolte e degli edifici industriali abbandonati in città  nessuna derattizzazione può essere efficace. Quello che avevamo proposto noi non era quindi da gufi ma da persone accorte. Sono passati 18 giorni. Entro dieci dalla diffida avrebbe dovuto far seguito l’ordinanza del sindaco in caso di mancata ottemperanza degli adempimenti richiesti da parte dei proprietari.
Nonostante dunque il passo indietro dell’amministrazione nell’iter di operazioni di derattizzazione continuano nel rapporto del Cambiamento alla città  le insoddisfazioni nei confronti dei vertici della Sia, mal di pancia ribaditi anche dal Primo Cittadino: Francesco Vasciaveo in un’intervista ha detto se il problema sono io Metta mi sostituisca. A domanda rispondo: ll problema sei tu, ti sto sostituendo. Sembra dunque irremovibile al momento la volontà  di affidare la pulizia della città  ad aziende esterne al territorio.
Lucia Pepe
 

 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x