Albero sparito, Metta e Lionetti scappano, le associazioni inseguono

Sui social, da cui la giunta comunica anche sul menu del giorno, i cittadini stanno chiedendo spiegazioni su quanto successo ieri, quando un albero è stato abbattuto con una ruspa ed è stato portato via da ignoti.

Stamattina vi è stata una riunione del primo cittadino con alcuni organizzatori della festa di San Matteo, che domenica in Piazza Cinquecentenario è stata caratterizzata dalla prova della scalata all’albero della cuccagna. Solo che durante le operazioni di montaggio, alcuni privati cittadini hanno ritenuto troppo ingombrante un ulivo: senza pensarci due volte, lo hanno sradicato e portato via. Senza autorizzazioni, giacchè l’assessore Dercole, ieri pomeriggio, prometteva denuncia verso ignoti (della quale tra l’altro non ci sono prove reali, al momento).Così, registrata la latitanza di Franco Metta e Antonio Lionetti, sono le associazioni ambientaliste ad insorgere: così AmbientiAmo ha protocollato una serie di interrogativi. L’eradicazione dell’albero di ulivo era autorizzata dal sindaco e  dal competente ufficio comunale (ambiente, arredo urbano)? Se l’eradicazione non era autorizzata com’è possibile che sia stata realizzata senza controllo e blocco da parte dei vigili urbani o del personale incaricato? L’eradicazione dell’albero, laddove autorizzata, ed in tal caso ne chiediamo i motivi, era così drammaticamente necessaria?, scrivono gli ambientalisti.L’associazione propone di ripiantare l’ulivo durante la festa dell’albero della prossima settimana. A patto che lo si ritrovi. La rete contesta anche il ritardo dei vigili urbani, arrivati troppo tardi sul posto e abbondantemente dopo la conclusione del fattaccio.
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x