Revoca incarico Delvino: adesso la palla passa al segretario comunale

Il partito democratico di Cerignola non molla la presa su Francesco Delvino, il nuovo comandante dei vigili urbani già  arrestato (e scarcerato dopo sei mesi) per tangenti a Frosinone e al centro di diversi scandali in Campania.

 
 
Secondo il segretario Tommaso Sgarro vi sarebbero profili di incompatibilità  con la Legge Regionale del 14 dicembre 2011, n. 37 Ordinamento della polizia locale all’art.6, com.3: Abbiamo protocollato la richiesta di parere al Segretario Comunale per una possibile causa di inconferibilità /illegittimità  dell’incarico affidato al sig. Delvino dr.Francesco, quale nuovo Comandante del Corpo Polizia Municipale del Comune di Cerignola, dice il dem.
Nella Legge si precisa come l’incarico di Comandante possa essere conferito a chi già  appartenete al corpo di Polizia Locale. Il dr. Delvino, come riportato anche nella delibera d’incarico, aveva presso il Comune di Caserta dal quale proviene, invece incarico da Dirigente. Insomma, qualcosa sembra non tornare…Abbiamo chiesto parere anche all’A.N.A.C Autorità  nazionale anti corruzione sulla vicenda. Perchè la legalità  “ incalza Sgarro- viene prima di ogni cosa. Soprattutto in un momento così difficile per la comunità  cerignolana. Meno manifestazioni più dimostrazioni pratiche sul tema non farebbero male.
Intanto da via Mameli è partita la petizione per la revoca dell’incarico a Delvino: sarà  possibile firmare agli appositi banchetti davanti alla Villa Comunale ogni giorno a partire dalle ore 20.00 oppure online all’indirizzo: http://firmiamo.it/no-a-delvino-comandante–firma-per-revocare-la-nomina-1.
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x