Polo Museale Civico, Galli: “”Da noi migliaia di visitatori””

Botta e risposta tra Vito De Meo, consigliere nazionale dell’Archeoclub, e Antonio Galli, presidente della ProLoco Cerignola, riguardo il Polo Museale Civico ubicato all’interno del Laboratorio Urbano Ex Opera. La contestazione è nata intorno agli orari di apertura al pubblico della struttura, talvolta chiusa anche nelle fasce d’apertura. Il gestore replica: “”Le visite si prenotano””.

 

Gentilissimo Sig. Vito De Meo,

Le scrivo in risposta alla lettera aperta pubblicata in data 21 giugno sul sito di informazione locale marchiodoc.it.

In primo luogo, in qualità  di presidente dell’associazione Pro Loco, capofila e gestore del Polo museale civico di Cerignola, mi spiace che Lei abbia voluto rendere nota questa spiacevole incomprensione. Pensavo ci fossimo chiariti già  telefonicamente, ma evidentemente è stato spinto a rendere pubblico questo incidente da altre motivazioni che vanno ben oltre l’amore per la cultura e per la nostra città .

In primo luogo, vorrei precisare che la Pro Loco è in partnership con altre associazioni di cui fanno parte attiva giovani volontari, tutti laureati in ambito storico-artistico e abilitati come guide turistiche dalla Regione Puglia. Il museo, inaugurato appena il 9 ottobre scorso, è chiaramente in una fase di start up e, quindi, non ancora strutturato in maniera definitiva per mancanza di fondi, ma, nonostante ciò, è stato polo di attrazione di migliaia di visitatori, insegnanti e alunni, nonchè personalità  del mondo politico e culturale del panorama nazionale, rimasti tutti piacevolmente colpiti dall’organizzazione dello stesso museo (tutto documentato e a sua disposizione!). Inoltre, da ottobre ad oggi numerosi sono stati gli incontri culturali nella sala convegni del Museo, diventando così il Polo museale punto di riferimento di eccellenza culturale.

Diverse le inesattezze presenti nelle sue contestazioni.

In merito all’osservazione relativa alla mancanza del rispetto dell’orario di apertura e della mancata comunicazione del cambio d’orario per la stagione estiva mi permetta di farle delle precisazioni. Sabato 20 giugno non avrebbe mai potuto trovare aperto il museo, perchè, come comunicato, per tempo, tramite cartelli informativi e canali social, dalla data di venerdì 12 giugno il museo segue il seguente orario di apertura: venerdì ore 19-21. Lei riferisce che non è presente il cartello informativo all’esterno del Laboratorio urbano ExOpera. Effettivamente è vero, ma l’organizzazione aveva predisposto il cartello in data 3 giugno, sia internamente che esternamente; purtroppo la pioggia battente dei giorni scorsi, in particolare di mercoledì 17 giugno, ha divelto lo stesso, al contrario quelli interni sono intatti e ben illuminati, soprattutto alle ore 18 (eclissi permettendo, il corridoio è ben illuminato dalla luce solare a quell’ora!).

L’avventore da Lei incontrato sabato 20, in realtà  era uno dei gestori di ExOpera (che non è un locale, bensì un laboratorio urbano), che privatamente ci ha comunicato che Lei non era accompagnato da nessun altro visitatore e si è trattenuto solo pochi minuti, contrariamente a quanto afferma nella sua missiva.

Inoltre, pur non tenuti alla comunicazione della variazione oraria, sul punto ci premuriamo di adempiere a tale comunicazione alla nuova e appena insediata Amministrazione comunale, anche grazie alla sua solerte segnalazione. Accogliamo con favore la sua osservazione di aggiornamento del sito internet che, come Lei saprà , comporta dei costi di gestione che l’organizzazione non può sostenere al momento. Erano, comunque, indicati dei contatti che avrebbe dovuto preliminarmente contattare per prenotare la visita, così come fatto da tanti altri fruitori del Museo, in assenza di ulteriori specificazioni.

Fermo restando che abbiamo uno statuto e un regolamento interno, al di là  della delibera, riteniamo che l’Amministrazione comunale che lei stesso con mirabile e (si spera) disinteressata solerzia chiama in causa nella lettera sia l’unico soggetto titolare di un potere di controllo e di verifica della gestione della struttura.

L’interesse da Lei auspicato da parte della nuova amministrazione e in particolare dal Primo Cittadino e dall’Assessore alla Cultura ci è già  stato palesato ed è in calendario un incontro nei prossimi giorni.

Approfitto in questa sede per ringraziare quanti si sono spesi volontariamente e con competenza per la realizzazione e la conseguente fruizione del Polo museale, oltre ai soci Pro Loco, anche le associazioni Iris, OltreBabele e Cerignola Nostra. Inoltre, ringrazio i numerosi donatori che hanno disinteressatamente contribuito ad arricchire il patrimonio a disposizione del museo.

In chiusura, il più vivo ringraziamento va alle migliaia di visitatori che hanno affollato la struttura trovandola aperta (Sempre!) ed accogliente.

Quando vuole, La aspettiamo (Il venerdì!) per farle visitare il museo.

Cordiali saluti,
prof. Antonio Galli

 

 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x