Novità  sulla SS16: 5 autovelox in 15 km tra Cerignola e Orta Nova

Cinque autovelox in appena 15 chilometri. La strada statale 16, nel tratto Cerignola-Orta Nova, sta per diventare un vero e proprio campo minato che fotograferà  gli automobilisti più indisciplinati con il vizio di premere troppo sull’acceleratore e che supereranno il limite di velocità  imposto a 90 km/h.

 
E’ questa la novità  che nei prossimi mesi interesserà  quella fetta di SS16 perchè anche i comuni di Stornara e di Orta Nova, seguendo l’esempio della vicina Cerignola, stanno per ottenere le ultime autorizzazioni per l’installazione delle “”macchinette””Â  per la misurazione della velocità  degli automobilisti. Al momento sono attive quelle che fanno capo al comune di Cerignola, mentre Orta Nova si prepara con un progetto sperimentale e Stornara è in attesa delle ultime definizioni contrattuali.I due box di Cerignola. Il primo, in direzione Foggia, è al km 700,9 ed è ubicato nei pressi di una stazione di servizio; nell’opposto senso di marcia, invece, in direzione Bari, l’impianto di rilevazione di velocità  si trova al chilometro 700, 3. I due box sono gestiti dalla società  Gielle di Luigi Tammaro, napoletano di nascita e cerignolano di adozione. La Gielle Service è subentrata alla AC Foggia di Nunzio Tarantino con la quale il Comune, nell’agosto del 2013, ha rescisso il contratto dopo le notizie di commissariamento dell’ente. I due autovelox sono tarati per catturare velocità  superiori ai 90 km/h. L’autovelox di Stornara. La struttura stornardese, ubicata sulla SS16 al km 700,3, non è ancora attiva perchè necessita delle ultime autorizzazioni da parte di ANAS. Ad ottobre 2013 è ancora una volta la Gielle Service ad aggiudicarsi l’affidamento per la manutenzione del box sulla strada statale. Anche questo autovelox è tarato su 90 km orari ed è presente nei paraggi dell’hotel Herdonia, in direzione Foggia-Cerignola.  Il comune di Stornara possiede soltanto una struttura. “”E’ stato difficile ottenere tutti gli okay da parte di Anas””, dice il sindaco Rocco Calamita, “”ed è per questo che ancora non è entrato in funzione: attendiamo ancora e nei prossimi mesi sarà  attivato. Non appena entrerà  in funzione comunicheremo ogni dettaglio””. I due autovelox di Orta Nova. Se gli automobilisti più esuberanti hanno lanciato un grido di disperazione per l’installazione dei due autovelox cerignolani e di quello di Stornara, di sicuro non rimarranno felici per l’installazione di altre due “”macchinette”” nei pressi di Orta Nova, che al momento prosegue l’attività  di controllo con una stazione mobile. “”Adesso “”“ dice il comandante dei vigili urbani del centro ortese, Luigi Marino- non abbiamo ancora individuato i posti. Sappiamo, però, che la nostra competenza in maniera precisa va dal km 693 al km 702: sarà  in questo tratto di strada statale, quindi, che potremo inserire i due autovelox: uno in direzione Foggia e l’altro in direzione Bari””. Anche queste due strutture saranno tarate sul limite di 90km/h. La società  che gestirà  i due autovelox è la Simtech, con sede legale a Roma, ed il cui consulente, informa il colonnello Marino, “”è Nunzio Tarantino””, ovvero l’ex patron di AC Foggia.  Criteri. Dunque, una volta accordate le autorizzazioni, sulla SS16 vi saranno 5 autovelox (3 in direzione Bari e 2 in direzione Foggia) in appena 15 chilometri di distanza. Precisa il comandante dei vigili urbani di Orta Nova: “”I box funzioneranno in giorni prestabiliti e non quotidianamente, a seconda del calendario che sarà  stilato dalla prefettura e dalla polizia stradale. Per legge ogni comune ha 5 giorni al mese, ed in precise fasce orarie, per dedicarsi al controllo della velocità  tramite autovelox. Fare cassa è l’ultimo degli obiettivi perchè “”“ spiega Marino- nel servizio di monitoraggio effettuato con strutture mobili ci siamo accorti che su quel tratto di strada la velocità  media è di 140-150 km/h, mentre il limite è di 90km/h. Molte volte abbiamo multato automobilisti che andavano ad una velocità  superiore ai 200 km/h””. Deterrente o tassa aggiunta? C’è chi lo bolla come il miglior deterrente per incidenti stradali causati dall’alta velocità , ma c’è anche chi lo considera un semplice strumento per fare cassa negli uffici comunali, anche in considerazione del fatto che i box si trovano su un’arteria stradale principale, a due corsie e di recente costruzione. Sulla SS16 bis ( tra Cerignola e Bari) si sono levate alte anche le proteste del consigliere regionale Tommy Attanasio, che ha puntato il dito contro l’impianto della città  ofantina. Allo stesso modo ci sono state le recriminazioni anche ad Orta Nova, dove l’opposizione Pd ha incalzato gli amministratori, rei di dover coprire i buchi di bilancio con le contravvenzioni.
Michele Cirulli
 

0 0 vote
Article Rating
1 Comment
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Paolo
2 mesi fa

che animali, sempre pronti ad arraffare soldi dalla gente. Ridicoli.

error: Marchiodoc.it ®
1
0
Commenta questo articolox
()
x