martedì, Giugno 25, 2024
Politica

FOTO | “La sinistra riparta dal lavoro sfruttato”: il caso Capolongo diventa nazionale

FOTO | “La sinistra riparta dal lavoro sfruttato”: il caso Capolongo diventa nazionale

Celestino Capolongo non è tornato libero ieri, ma da diverse settimane e invece i democratici cerignolani hanno atteso molto tempo prima di fargli rassegnare le dimissioni. Un tempismo sbagliato, contrario alle volontà del diretto interessato che avrebbe voluto abbandonare da subito, e che ha innescato un’ondata di polemiche tanto che il suo caso è diventato oggetto di approfondimento della stampa nazionale. Complice, inevitabilmente, la bufera abbattutasi sul Partito Democratico di Puglia dopo gli arresti in Regione e al Comune di Bari. Motivo per cui i vertici nazionali dei dem hanno imposto nei territori un vero e proprio repulisti eliminando ogni situazione controversa.

È in quest’ottica che si inseriscono le dimissioni di Celestino Capolongo, che ieri hanno fatto il giro dei media. Significativo l’intervento di Dagospia: “La sinistra riparta dal Lavoro sfruttato – il consigliere comunale del Pd di Cerignola, Celestino Capolongo, si è dimesso dopo essere finito ai domiciliari perché coinvolto in un’inchiesta su una frode da 5 milioni di euro su finti braccianti”.



5 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Osserv@tore
2 mesi fa

Sempre più conosciuti lungo tutto lo stivale.
Che schifo

Come il crimine senza regole
2 mesi fa

Ma perché questi sono di sinistra ?
DiVittorio tra nu pok la sfonn la tomb

Osserv@tore
2 mesi fa

Le testate nazionali ci fanno molta pubblicità

Nicola
2 mesi fa

Tutte le volte che Cerignola si affanna per farsi conoscere per altri motivi arrivano queste tegole sulla testa!

Giacomo Freddi Mercury
2 mesi fa
Reply to  Nicola

Condivido!!!
Stante la importanza delle mansioni svolte dal soggetto  il datore (l’Istituto truffato – non so se lo ha già fatto) dovrebbe mandarlo a casa e/o sospenderlo, cessando e/o sospendendo il raporto di lavoro con il dipendente per giusta causa. Da quanto si apprende dalle testate giornalistiche, pare trattasi di soggetto che ha collaborato a truffare l’istituto che gli ha dato, per tanti anni, il pane….

5
0
Commenta questo articolox